Storie Web sabato, Giugno 22
Notiziario

Holi è un bagno di vita e di colore. Ha luogo con la notte della prima luna piena di marzo, seguendo le regole del calendario indù, ma la festa ha inizio già la notte prima.

Nella tradizione induista è la festa della primavera: ma anche della rinascita, del trionfo del bene sul male, dell’incontro con gli altri. Si celebra con canti e balli e allegria, gettandosi addosso l’un l’altro polverine colorate, che simboleggiano il risveglio della natura: si abbandona ogni dolore per abbracciare la vita in tutta la sua bellezza, ci si libera delle costrizioni e degli obblighi. Insomma, un grande carnevale – con promiscuità a cui raramente si apre la cultura indiana e nepalese. 

Un caso simbolico e particolare è quello delle vedove, a cui tradizione e obblighi religiosi impongono un rigido codice di sobrietà – niente festeggiamenti, vestiti dai colori scuri, atteggiamento riservato. Ma Holi è un’eccezione, la festa dove le regole vengono infrante e rovesciate: ed ecco le vedove che finalmente si spogliano della maschera dell’afflizione per unirsi ai danzatori, ai turisti, all’allegria, lanciando colori e petali di fiori.  

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.