Storie Web giovedì, Giugno 20
Notiziario

La tragedia che ha colpito l’influencer malese Jasmine Yong e il marito mentre si trovavano in un albergo con il loro bimbo di 2 anni per festeggiare. Il piccolo si è allontanato dalla stanza mentre loro riposavano ed è andato in piscina dove lo hanno trovato esanime.

Un bimbo di 2 anni è morto tragicamente dopo essere caduto nella piscina dell’hotel dove alloggiava coi genitori in Malesia mentre questi riposavano in camera. A raccontare il dramma, avvenuto nei giorni scorsi, è stata la stessa mamma del piccolo, l’influencer malese Jasmine Yong. Con uno straziante post su Instagram, la donna ha comunicato che il piccolo è morto dopo essere annegato nella piscina di un hotel mentre lei e suo marito dormivano nella stanza accanto.

La donna ha spiegato in una serie di post social che lei e suo marito Lim Kong Wang erano andati in un hotel col piccolo per celebrare la festa della mamma sabato 11 maggio. Nel pomeriggio dello stesso giorno i tre hanno fatto un riposino. “Come sempre, si è rannicchiato accanto a noi e ha bevuto il latte prima di addormentarsi”, ha scritto Jasmine. Al loro risveglio la terribile scoperta: il piccolo non era più in stanza.

La coppia ha iniziato subito le ricerche del bambino che si sono concluse poco dopo in maniera tragica: il minore era esanime in piscina. “Mi sono accorta che la porta originariamente chiusa della piscina coperta era stata aperta, entrando l’ho trovato in acqua che non rispondeva” ha raccontato la donna, ricostruendo quei terribili momenti: “Siamo corsi in fretta nella hall dell’hotel con il bambino in braccio e abbiamo chiesto al personale dell’hotel di aiutarci a chiamare un’ambulanza e fornire i primi soccorsi fino all’arrivo dell’ambulanza”.

Si tuffa nel fiume in una zona pic-nic: muore annegato in UK ragazzo di 17 anni

I medici hanno rianimato il piccolo trasportandolo in ospedale ma troppo gravi si sono rivelati i danni causati dalla mancanza di ossigeno e il bambino è stato dichiarato morto venerdì scorso nel reparto di terapia intensiva dove era ricoverato, senza mai più riprendere conoscenza. “Il nostro bambino ora è diventato un angioletto. Non c’è più dolore”, ha scritto la mamma.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.