Storie Web giovedì, Febbraio 29
Notiziario

Nella seconda fase verranno messe in campo attività sperimentali identificate dal modello e un’azione test pilota, volta a infrastrutturare con boe un’area intorno all’isola, definita come una piscina naturale, da dedicare ad attività sportive. In particolare l’archeologia subacquea.

«Prende il via – ha sottolineato il governatore ligure, Giovanni Toti – il progetto di valorizzazione dell’isola Gallinara e della costa del Ponente savonese antistante, che è un sito straordinario, sia dal punto di vista culturale che naturale e non solo della Liguria, ma dell’intero bacino del Mediterraneo. Il nostro obiettivo è sviluppare il potenziale dei quest’isola, condividendo con tutti gli stakeholder pubblici e privati nuove forme di turismo esperienziale e sostenibile legate al mare, nel rispetto della natura, che costituisce uno dei fattori di attrattività più rilevanti per l’intera Liguria».

Sinergia con altri progetti

«La Gallinara – aggiungono il sindaco di Albenga, Riccardo Tomatis, e il consigliere delegato alla valorizzazione dell’isola, Giorgio Cangiano – è al centro dell’attenzione della nostra amministrazione da quando, grazie all’intervento tempestivo del Comune e dell’allora ministro Franceschini, è stato esercitato il diritto di prelazione su una parte dell’isola».

«Da quel momento, proseguono, «è iniziata una trattativa per l’acquisizione dell’intera Gallinara. Non solo. Sono stati, infatti, intrapresi progetti di valorizzazione che permetteranno di tutelare e salvaguardare questo bene e di renderlo fruibile, naturalmente in maniera controllata, al pubblico. Ricordiamo, ad esempio, i 3 milioni di euro finanziati dal Governo e gestiti dalla Soprintendenza per un progetto che prevede il ripristino delle utenze (luce e acqua) sull’isola, al fine di realizzare un polo museale di archeologia subacquea visitabile da cittadini e turisti»

Poi, concludono Tamatis e Cangiano, «ci sono due progetti di tutela, da circa 50mila euro ciascuno, finanziati con i fondi Psr 2014/2020: il Piano di gestione della Zona speciale di conservazione e il Piano dell’area protetta Riserva naturale regionale Isola Gallinara. Questi sono già stati approvati e presentati alla città. Ora c’è anche il progetto finanziato dall’Ue, attraverso lo strumento Tsi Liguria Tourism».

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.