Storie Web venerdì, Febbraio 23
Notiziario

Il calendario del network Cosmoprof inaugura il 2024 con una novità: da oggi al 25 gennaio, infatti, Miami ospita la prima edizione di Cosmoprof North America – Miami, appuntamento che si affianca al tradizionale appuntamento con Cosmoprof North America – Las Vegas in programma nel mese di luglio.

La nuova manifestazione è stata accolta positivamente dalle aziende italiane: sono 50 le imprese del nostro Paese, tra prodotto finito (brand e contoterzi) e filiera produttiva, che hanno confermato la loro presenza: Cosmoprof North America – Miami si propone infatti come una finestra per approfondire le occasioni di business in tutto il continente americano e nello specifico con una attenzione particolare agli operatori dell’America latina.

«Ancora una volta il network Cosmoprof si conferma un pilastro fondamentale per la valorizzazione delle nostre imprese all’estero: la nuova tappa di Miami apre infatti un ventaglio di opportunità per tutte le aziende che desiderano rafforzare la propria presenza sui mercati esteri – commenta Benedetto Lavino, presidente di Cosmetica Italia –. L’internazionalizzazione resta fondamentale per l’industria cosmetica italiana, la cui produzione è destinata per oltre il 40% proprio all’export. Le stime sulla chiusura del 2023 indicano una crescita delle esportazioni cosmetiche italiane nel confronto col 2022 (+15%) e un ulteriore trend positivo per il prossimo anno (+10%)».

L’area centro-meridionale del continente americano rappresenta circa il 4% del totale delle esportazioni dell’industria cosmetica italiana, ma mostra forti dinamiche di crescita: tra i primi nove mesi del 2023 e lo stesso periodo del 2022 l’export verso questa destinazione ha registrato una variazione positiva del 42% con un valore prossimo a 200 milioni di euro. Tra i cosmetici prodotti in Italia più richiesti in questa regione si attesta al primo posto la profumeria alcolica, che concentra oltre metà dell’export cosmetico italiano verso l’America centro-meridionale. Segue la cura capelli che detiene una quota a valore del 30% e la cura della pelle con il 13%.

Da ricordare anche gli Stati Uniti che nei primi nove mesi del 2023 hanno confermato il loro ruolo centrale per l’export dell’industria cosmetica italiana. Il valore delle esportazioni verso gli USA è stato infatti di oltre 716 milioni di euro (+40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente), pari a circa il 14% del totale export cosmetico italiano. Anche in questa area geografica la categoria di cosmetici Made in Italy più richiesta è la profumeria alcolica, seguita dal make-up e dai cosmetici per la cura della pelle.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.