Storie Web domenica, Aprile 21
Notiziario

Sarà Milano-Conegliano la sfida finale della Coppa Italia 2024 del volley femminile. Le venete, sul parquet di Trieste, si sono imposte con un secco 3 a 0 (25-18; 25-16; 25-12) su Chieri che ha provato, senza successo, a sorprendere le campionesse d’Italia. Fantasia e soluzioni innovative contro la solidità di una formazione rodata nel tempo capace di dimostrazioni granitiche sul campo.

 

 

Rubin – Zani / LVF

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci.

Diverso l’andamento dell’altra semifinale, quella tra Milano e Scandicci dove l’altalena dei 5 set ha premiato l’Allianz che si è imposta per 3 a 2 (18-25; 25-12; 25-17; 25-14; 15-10). Nel primo set le ragazze di Barbolini hanno messo in campo una prestazione quasi perfetta lasciando a bocca asciutta Egonu e Sylla (25-18). Un colpo inatteso per la formazione meneghina che è tornata in campo con un piglio diverso lasciando alla formazione di Scandicci poco più che le briciole (25-12) riportando in parità la sfida in terra friulana.  

Il primo break è di Milano (9-4), distacco pesante per Scandicci che non è riuscita a mantenere il ritmo imposto dalla formazione meneghina con Myriam Sylla in forma smagliante, capace di variare i colpi e difendere anche gli attacchi più complicati davanti agli occhi attenti di Julio Velasco, ct azzurro e spettatore assolutamente interessato.

I cinque punti di distacco iniziali sono lì rimasti (18-13) nella parte cruciale del set permettendo alle ragazze di Marco Gaspari di gestire il vantaggio e portare a casa anche il terzo set: 25-17.

 

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci Rubin – Zani / LVF

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci

Tutto scontato con Milano destinata a scivolare in finale senza troppi patemi d’animo? Macché, perché le ragazze allenate da Massimo Barbolini sono tornate in campo con ‘la voglia di tie break’. La Herbots ha suonato la carica e il muro meneghino ha iniziato a mostrare più di una crepa così Il 14 a 8 di metà set certifica che Scandicci ha le carte in regola per arrivare al quinto set. Milano cade e Scandicci fa festa: 25-14. 

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci Rubin – Zani / LVF

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci

E’ la roulette russa del tie break a decidere la seconda finalista di Coppa Italia: adrenalina sottorete e colpi di magìa, quelli di Paola Egonu, Myriam Sylla, Britt Herbots e Ting Zhu. Un’altalena all’inizio, dal 2 a per l’Allianz Milano al 3 a 2 per la Savino Del Bene Scandicci al 6 pari per arrivare al primo allungo firmato Paola Egonu (8 a 6) che una volta trovato il ritmo non si è fermata più trascinando la ‘sua’ Milano dritta alla finalissima. 

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci Rubin – Zani / LVF

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci Rubin – Zani / LVF

Semifinale coppa italia pallavolo femminile, Milano-Scandicci

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.