Storie Web giovedì, Maggio 23
Notiziario

Un premio di risultato legato anche al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità, che dagli attuali 4 mila euro circa, in quattro anni, dal 2024 al 2027, sarà pari a 5mila euro, oltre ad ampliamento del welfare aziendale e dello smart working. Sono i punti salienti dell’ accordo inche il gruppo Hitachi Rail ha promosso e siglato ieri a Napoli con le organizzazioni sindacali Fiom, Fim e Uilm. Il contratto integrativo aziendale coinvolge 4.400 dipendenti di sei siti produttivi italiani di Hitachi Rail, di cui circa 1.900 nel sito di Napoli, dove l’azienda ha la sede principale.

Più attenzione alla qualità della vita

Un contratto che segna una svolta rispetto al passato, poichè si ispira sopratutto alla volontà di migliorare la qualità della vita dei lavoratori del gruppo con benefit e flessibilità. «Dopo una lunga gestazione, la nostra proposta ha trovato l’accordo dei sindacati – dice Luca D’Aquila, ceo di Hitachi Rail Italia e Coo di Hitachi Rail Group – si fonda su concetti non quantitativi ma qualitativie coerenti con l’attuale momento storico». La trattativa era partita a giugno 2023.

Il primo punto riguarda il Premio che viene rinforzato e ancorato a performance specifiche in tema di sostenibilità, sicurezza, produttività. All’attuale cifra sono stati aggiunti 750 euro e un contributo aziendale del 15% che si convertirà in welfare. In totale 5mila euro divisi in quattro anni.

Valorizzare le competenze da trasferire

Il secondo punto dell’accordo riguarda la valorizzazione anche economica delle esperienze e delle professionalità del manufacturing, con particolare riferimento agli operai, attraverso l’avvio del progetto “MKT – Manufacturing, Knowledge & Transfer”. Il progetto ha l’obiettivo di assicurare – anche attraverso strumenti digitali – la patrimonializzazione e condivisione delle conoscenze ed esperienze, favorendo l’inserimento di nuove risorse, trasferimento competenze e formazione. Insomma, si chiede ai dipendenti con una anzianità minima di 15 anni la disponibilità a trasferire competenze e governare fasi di transizione, in cambio di una rivalutazione del minimo in busta paga.

Polizza long term e smart working

L’accordo prevede inoltre tra le misure di welfare una polizza assicurativa “Long term care” che, in caso di perdita di autosufficienza, garantisce un supporto economico sia attraverso una “una tantum” inziale che con una rendita mensile vitalizia. Sono previsti anche “welfare Foryou”, con obiettivi di auto-formazione, e la Banca Ore Solidale che consente a tutti i dipendenti di donare proprie ore di ferie a colleghi che vivono particolari situazioni di necessità. Quanto allo smart working viene adottata una programmazione trimestrale. Alcune delle misure dell’integrativo Hitachi si pensa che possano essere introdotte anche nel contratto nazionale

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.