Storie Web venerdì, Marzo 1
Notiziario

Fratelli d’Italia cresce e mantiene il suo posto come primo partito del Paese con quasi dieci punti di vantaggio sul Pd, in leggero calo. La sfiducia nei confronti del governo Meloni però è su livelli decisamente alti. Lo mostra il sondaggio di Dire-Tecnè.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it

Ancora una volta Fratelli d’Italia è in testa ai sondaggi: il partito di Giorgia Meloni è la prima forza politica in Italia con distacco, considerando che il Pd è quasi dieci punti più in basso ed è il suo principale rivale. Rimane stabile la Lega, così come il Movimento 5 stelle, mentre Forza Italia registra un forte calo. Nel frattempo però resta bassa la fiducia nel governo Meloni, con oltre il 50% degli elettori che dichiarano di non fidarsi dell’esecutivo. Sono i risultati del nuovo sondaggio politico-elettorale di Dire-Tecnè, Monitor Italia, realizzato a circa un mese dall’ultima rilevazione.

FdI cresce, male FI e stabile la Lega, la fiducia nel governo è bassa

Fratelli d’Italia sale dal 28,5% al 28,8%, avvicinandosi ancora alla soglia del 30% e aumentando la distanza dai concorrenti. Il partito di Giorgia Meloni è al primo posto, come sempre da quando ha vinto le elezioni, e al momento non sembra che alcun rivale possa mettere in discussione questo predominio. Nei prossimi mesi, con l’avvicinarsi delle elezioni europee di giugno, gli altri partiti – avversari, ma anche alleati – cercheranno di ridurre il suo margine di vantaggio.

Nel centrodestra c’è un deciso calo di Forza Italia dal 9,8% al 9,3%. Pur perdendo mezzo punto in poco meno di un mese, i forzisti restano comunque la seconda forza della maggioranza secondo il sondaggio. Infatti, la Lega di Matteo Salvini rimane stabile all’8,4% senza incrementare i propri voti. In generale, al momento le tensioni interne al centrodestra per le elezioni regionali non sembrano aver avuto effetto sulle scelte degli elettori.

Sondaggi politici, boom di Fratelli d’Italia che stacca Pd e M5s di oltre dieci punti

C’è però un dato che può impensierire Giorgia Meloni: il gradimento nei confronti del suo governo non decolla, anzi. Solo il 41,1% degli italiani afferma di avere fiducia nell’esecutivo. Un dato più basso anche del numero di elettori dichiarati del centrodestra. Insomma, anche tra chi vota per uno dei tre partiti principali di maggioranza c’è qualche scontento. Il dato sulla sfiducia invece è al 52,1%. Significa che più della metà degli italiani afferma di non avere fiducia nel governo Meloni. Anche in questo caso, un numero più alto di coloro che dicono di votare per l’opposizione.

In calo il Pd e Azione, leggera crescita per il M5s

Il Partito democratico scende dal 19,4% al 19,2%, confermandosi in un momento di difficoltà. I dem di Elly Schlein, dopo una risalita nei sondaggi in seguiti all’elezione della nuova segretaria quasi un anno fa, non sono mai riusciti ad andare oltre il 19/20% in modo stabile. Proprio le prossime elezioni europee potrebbero essere un’occasione per provare a spingere e mettere davvero in difficoltà il partito di Meloni.

Il Movimento 5 stelle sale al 16,1%, con un +0,1% che conferma la stabilità della forza politica guidata da Giuseppe Conte. Il M5s è ancora la seconda forza politica dell’opposizione, a una certa distanza dal Pd e con un netto vantaggio sugli altri partiti di minoranza. A seguire infatti c’è Azione di Carlo Calenda (3,9%, -0,2%), poi l’Alleanza Verdi-Sinistra con il 3,5% stabile. A chiudere il sondaggio sono Italia viva di Matteo Renzi, in calo al 2,8% (-0,1%) e +Europa al 2,5%.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.