Storie Web martedì, Febbraio 27
Notiziario

Poco prima della partita di campionato Anversa-Charleroi, prima i tifosi fuori dallo stadio poi i giocatori in campo hanno mostrato uno striscione di supporto a Marc Overmars. L’ex dirigente è stato sospeso per due anni da ogni ruolo a livello internazionale, dopo lo scandalo a sfondo sessuale che lo ha visto coinvolto.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it

Quanto accaduto prima dell’ultima partita di Jupiter League, il massimo campionato belga, tra Anversa e Charleroi ha scatenato un’ondata di polemiche che ha riacceso il dibattito attorno alla controversa figura di Marc Overmars. L’ex nazionale era stato squalificato due settimane fa a livello internazionale dalla FIFA dopo che la Federcalcio olandese lo aveva sospeso per lo scandalo a sfondo sessuale che lo ha visto coinvolto ai tempi dell’Ajax. I giocatori dell’Anversa, dove Overmars era direttore tecnico prima dello stop, hanno mostrato uno striscione di supporto nei suoi confronti.

Immagini e filmati che hanno sollevato indignazione nel mondo dello sport belga e non solo. Poco prima dell’inizio della partita tra Anversa e Charleroi, gara giocata domenica e poi vinta dai padroni di casa facilmente, restando in scia della corsa scudetto, la squadra ha mostrato uno striscione con un messaggio di sostegno al proprio direttore tecnico, sospeso per due anni da ogni ruolo sportivo a livello internazionale con decisione della FIFA. Lo stesso che i tifosi, che hanno applaudito di fronte al gesto della propria squadra, avevano esposto fuori dallo stadio poco prima del match.

Lo striscione, esposto prima della gara contro il Charleroi, dai tifosi dell'Anversa a favore di Overmars

Lo striscione, esposto prima della gara contro il Charleroi, dai tifosi dell’Anversa a favore di Overmars

Overmars, per sempre al tuo fianco” si legge sulla scritta nero su bianco esposta in campo e che ha scatenato feroci polemiche a livello nazionale dopo quanto era accaduto in Olanda, quando l’ex nazionale ricopriva il ruolo di direttore tecnico. Durante quel periodo scoppiò uno scandalo a sfondo sessuale con Overmars accusato da diverse dipendenti dell’Ajax che lo avevano denunciato per molestie, mostrando a proprio suffragio chat e foto inopportune che inchiodarono l’allora dirigente che ha già annunciato che ricorrerà in appello.

Dragusin al Tottenham, l’agente racconta la crisi sulla strada per l’aeroporto: “Siamo sconvolti”

La Federcalcio olandese lo sospese a livello nazionale, ma Overmars trovò subito posto proprio all’Anversa, portando il club al titolo nazionale. Un merito che oggi nessuno sembra aver dimenticato o voglia rinnegare, malgrado le terribili accuse e la sentenza sportiva. Anche il tecnico dell’Anversa, Van Bommel, da sempre grande amico di Overmars, non si è tirato indietro nel difenderlo pubblicamente: “Sapete, qui tutti si sostengono a vicenda nella buona e nella cattiva sorte. Da ciò che ho sentito era già così quando giocavano ancora in seconda divisione e la realtà è che è sempre stato così. Anversa è un club puro: sostengono tutti coloro che lavorano per il club qui ed è bello e, soprattutto, non succede così spesso”.

Ovviamente le polemiche non sono mancate, anche a livello politico, con il Governo che ha preso subito le distanze a voce della ministra fiamminga della Giustizia, dell’Ambiente, dell’Energia e del Turismo, Zuhal Demir. “I giocatori e tifosi di calcio sostengono un uomo condannato per comportamento inappropriato con diverse donne. E ho le mie domande a riguardo: lo direbbero anche se la loro sorella o figlia avesse ricevuto una foto dell’organo sessuale da Marc? A volte è meglio non pensare con le palle: il comportamento trasgressivo nel mondo dello sport è disgustoso. Punto”

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.