Storie Web venerdì, Febbraio 23
Notiziario

Sviluppi nelle inchieste della Procura di Cagliari sulla compravendita di una proprietà del governatore Christian Solinas e sulla nomina di Roberto Raimondi alla direzione generale dell’autorità di gestione del programma Eni-Cbc bacino del Mediterraneo. La Guardia di finanza sta eseguendo un sequestro cautelare di beni e immobili per un valore di circa 350 mila euro nei confronti del presidente Solinas e di altri sei indagati per corruzione. Il provvedimento, chiesto dal pm Giangiacomo Pilia, è stato firmato dal gip Luca Melis.

Il primo filone sulla compravendita di una casa

Nel primo filone con il governatore sono indagati l’imprenditore Roberto Zedda e il consigliere regionale Nanni Lancioni (Psd’Az). L’indagine riguarda, secondo quanto si apprende, la compravendita da parte di Zedda di una proprietà di Solinas a Capoterra e poi il successivo acquisto di una casa da parte del presidente della Regione vicino al Poetto di Cagliari. Per gli inquirenti, Zedda avrebbe ottenuto in cambio una fornitura di termoscanner e la prosecuzione della fornitura di software e hardware nell’ambito del project financing di Nuoro.

Il secondo filone sulle nomine al vertice dell’Enpi

Il secondo filone riguarda presunte pressioni per la nomina di Raimondi al vertice dell’Enpi e, secondo l’ipotesi della Procura, legata alla promessa di una laurea ad honorem di un’università albanese. Sono sotto accusa anche il consulente di Solinas, Christian Stevelli, il rettore dell’università di Tirana Arben Gjata e il direttore generale della E-Campus Algonso Lovito.

Centrodestra diviso tra Solinas e Truzzu

In Sardegna si vota il 24 febbraio. A pochi giorni dalla scadenza dei termini per la presentazione delle liste con i candidati consiglieri e poi quelle dei candidati alla carica di presidente e dei collegamenti alle liste, il centrodestra naviga in acque parecchio agitate.
Ancora non è stato ricucito lo strappo tra Fratelli d’Italia che esprime come candidato alla carica di governatore il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu e la Lega che, assieme al Partito Sardo d’Azione, punta sulla conferma dell’uscente Christian Solinas . E proprio mentre Truzzu ha iniziato la sua campagna elettorale con incontri e iniziative, i mediatori cercano di rammendare lo strappo, con l’intento di riportare nell’alveo del centrodestra la Lega e i sardisti con l’obiettivo di far fare un passo indietro a Solinas.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.