Storie Web giovedì, Febbraio 29
Notiziario

Il ministro Gennaro Sangiuliano non correrà per guidare la Regione Campania nel 2025: “Non mi candido governatore della Campania. Io sarò ministro della Cultura fino al 2032”.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it

Il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano non ha intenzione di correre per le elezioni regionali in Campania del 2025. Lo ha ribadito oggi a Firenze, commentando i rumors su una sua possibile candidatura.

“Mi chiedono sempre: ‘lei si candida a governatore della Regione Campania?’ E io rispondo sempre: No, non mi candido governatore della Campania. Io sarò ministro della Cultura fino al 2032, sono ministro del primo governo Meloni e sarò ministro del secondo governo Meloni”. Lo ha dichiarato intervenendo al congresso fiorentino di Fratelli d’Italia in corso al Teatro del Maggio.

L’evento, in corso da questa mattina, ha all’ordine del giorno il rinnovo dei vertici locali. I lavori sono anche un’occasione per fare il punto sui risultati dell’azione del governo Meloni e sui prossimi appuntamenti elettorali. “Non abbiamo mai confermato o smentito la candidatura di Eike Schmidt a Firenze, ma volendo abbiamo trovato un candidato che sarebbe un ottimo sindaco di Firenze: Gennaro Sangiuliano. Anche se se ne parlerà nel 2032 visto che Sangiuliano ha detto di voler restare ministro”, ha detto scherzando il responsabile nazionale dell’organizzazione di Fratelli d’Italia, Giovanni Donzelli, riprendendo le parole di Sangiuliano. Insomma sulla candidatura a Palazzo Vecchio di Schmidt, ex direttore degli Uffizi e fresco di nomina al museo Capodimonte di Napoli, non verrà sciolta la riserva oggi.

Dove è ancora obbligatoria la mascherina anti Covid in ospedale e Rsa: le nuove regole del ministero

Donzelli ha anche sottolineato che a Firenze “il centrodestra sarà pronto, abbiamo già nomi, candidati e programmi. Finalmente daremo a Firenze il governo che veramente merita. Il nome del candidato a sindaco lo decideremo noi e quando darlo, non lo facciamo scegliere ai giornali o al Pd, anche perché loro hanno difficoltà a scegliere il loro a sinistra”.

Torselli candidato di Fdi alle europee sfida Nardella

“Stiamo chiedendo a Francesco Torselli, nostro capogruppo in Regione, di sciogliere le riserve e dare la disponibilità’ a correre per le Europee, poi a livello nazionale comporremo le liste che ancora non abbiamo iniziato a lavorare”, aveva annunciato il deputato e responsabile nazionale organizzazione FdI, Giovanni Donzelli, intervenendo al congresso fiorentino. “Il partito toscano – ha sottolineato Donzelli – ha chiesto a Torselli di fare questo passo in avanti. Manca da anni un europarlamentare FdI dalla Toscana”.

Poco dopo è arrivata la risposta del diretto interessato, che ha accettato la proposta annunciando la sua corso per il voto del prossimo giugno: “Mi hanno insegnato che quando il partito ti chiede qualcosa non si scappa, non ci si china la testa o gira dall’altra parte, ma lo si affronta sempre. Per questo lo farò con tutto entusiasmo del caso”

“In realtà chi mi ha convinto a dire sì – ha quindi aggiunto in riferimento alla richiesta avanzata da Giovanni Donzelli poco prima – è stato Dario Nardella. In Europa fortunatamente hanno una grande stima e considerazione di Firenze, meglio non vada lui a raccontare come l’ha ridotta. Grazie Dario, ti sfido”, sono state le parole di Torselli. Durante il suo intervento, il capogruppo di Fdi ha anche lanciato un appello: “Avere un parlamentare in Europa sarebbe un risultato senza precedenti ed esiste un solo modo per ottenerlo: che nessuno si sottragga a questa sfida. Da oggi comincia la campagna elettorale e si fa tutti insieme”.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.