Storie Web domenica, Aprile 21
Notiziario

Momenti di paura nel pomeriggio di ieri – venerdì 16 febbraio – per una famiglia in piazza Santa Maria Maggiore nel quartiere Esquilino a Roma. Qui un giovane si è avvicinato a fratello e sorella, 6 anni lui e 12 anni lei, che stavano giocando sul sagrato di fronte alla basilica e, con un gesto fulmineo, ha aggredito la ragazzina colpendola al volto, per poi strappargli il marsupio e tentare di strappare. Il padre, richiamato dalle urla dei bambini a pochi metri da lui, è subito intervenuto tentando di fermare l’aggressore: quando lo ha afferrato, questo è riuscito a divincolarsi ferendolo con un coltellino multiuso al braccio.

La confusione e le urla hanno richiamato subito dei passanti e di una pattuglia di carabinieri della Stazione di Piazza Dante che stava passando in quel momento. L’aggressore è stato così fermato. Tradotto in caserma è stato identificato per un ventunenne di nazionalità bengalese e in tasca gli è stato sequestrato il coltellino utilizzato poco prima per ferire l’uomo che difendeva i figli. Ora dovrà rispondere delle accuse di aggressione e rapina aggravata.

L’uomo ferito è stato accompagnato al vicino pronto soccorso del Policlinico Umberto I, ed è stato dimesso poco dopo con una prognosi di pochi giorni dopo essere stato medicato al taglio al braccio. L’aggressore è stato processato per direttissima a Piazzale Clodio: per lui il giudice ha disposto l’obbligo di presentazione in caserma quotidiano in attesa del termine del procedimento. I due bambini invece, ripresisi dallo spavento, non hanno avuto conseguenze dalla brutta disavventura capitatagli.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.