Storie Web giovedì, Maggio 23
Notiziario

Per il derby delle 20:45 Milan-Inter in programma a San Siro è attesa una affluenza da parte di un enorme numero di tifosi nerazzurri. Ben al di là dei biglietti concessi per il settore ospiti, di circa 10 mila unità. Tutto ciò a causa della rivendita di diversi tagliandi da parte di molti tifosi rossoneri. Così, il “rischio” di assistere a una cittadina invertita sugli spalti, prevalentemente a tinte interiste.

Mancano sempre meno ore al derby di Milano che terrà banco questa sera alle 20:45 per un Milan-Inter che potrebbe consegnare nelle mani nerazzurre il 20° Scudetto, il tricolore della seconda stella. In un San Siro che potrebbe però tingersi non di rossonero, bensì di colori prevalentemente interisti: tra i 75 mila presenti sugli spalti per l’ovvio sold-out la maggior parte rischia di tifare infatti per la Beneamata.

Da un lato il fascino di poter trionfare e vincere lo Scudetto proprio nel derby, giocato tecnicamente in casa avversaria. Dall’altro la delusione e la frustrazione di dover subire la possibile ennesima umiliazione, vedendo festeggiare gli odiati cugini per il sogno più grande. In questo scenario sottosopra, Milan-Inter sembra pronto a trasformarsi in un Inter-Milan con tantissimi tifosi nerazzurri che popoleranno le tribune come se fosse una stracittadina giocata in casa.

Com’è possibile che possa accadere? I biglietti del derby di questa sera sono in vendita da lunedì 5 marzo e, come club ospitante, il Milan ha aperto alla classica prevendita riservata agli abbonati e ai possessori della Carta Cuore rossonero, con i tagliandi andati esauriti. Peccato però che in questa fase era permesso acquistare un biglietto aggiuntivo e ai possessori della Carta di comprarne addirittura quattro. Così, c’è stato “l’inserimento” dei tifosi nerazzurri, molti dei quali si sono messi d’accordo con i rossoneri, riuscendo così ad acquistare i tagliandi in più a fronte di un semplice cambio di nominativo.

Pioli si toglie un sassolino alla vigilia di Milan-Inter: “In pochi quest’anno sono stati milanisti”

Tutto perfettamente legale, lecito e consentito e che spingerà a un San Siro a tinte nerazzurre visto che la richiesta del numero delle modifiche sui dati personali è stato molto più alto rispetto altre occasioni, con diversi tifosi nerazzurri che si sono intestati le tessere Cuore Rossonero essenziali per avere i biglietti.

Quanti interisti sono attesi per il derby a Sanr Siro

Giocando in trasferta il derby, ai tifosi nerazzurri era stato concesso il classico spicchio riservato alle squadre ospiti: 7.500 persone circa in Curva Nord più un altro paio di migliaia per un totale complessivo di 10 mila unità sulle 75 mila previste che significano il sold-out dell’impianto milanese. Invece, lo scenario sarà differente: come detto molti tifosi del Milan hanno rivenduto i biglietti ai “cugini” interisti che intestandosi le tessere di Cuore Rossonero hanno potuto acquistare il tagliando al di là dei numeri concessi in prevendita.

Una situazione anomala che vedrà probabilmente almeno metà di San Siro in nerazzurro ma che non presenta rischi tra le due tifoserie o di ordine pubblico. Da tempo, tra le Curve di Inter e Milan c’è un patto di non belligeranza che possa evadere il semplice sfottò anche nei momenti più critici e tesi. Oltretutto in caso di vittoria, Milano sarà tinta di nerazzurro con un corteo già programmato verso il Duomo con migliaia di tifosi che poi prolungheranno i festeggiamenti nella giornata di mercoledì quando ci sarà la parata della squadra a pullman scoperto, visto il maltempo di stasera. Sempre ammesso e non concesso che arriveranno vittoria e i tre punti che vorrebbero dire Seconda Stella ufficiale.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.