Storie Web martedì, Febbraio 27
Notiziario

Coppa d’Africa disastrosa per Onana. È senza dubbio il portiere del Manchester United ex Inter la nota stonata di un Camerun che con un’eccezionale rimonta contro il Gambia è riuscito a qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta in extremis. Un match a cui non ha preso parte l’estremo difensore, escluso clamorosamente e protagonista di una brutta lite con Samuel Eto’o.

André Onana non ha difeso dunque i pali dei Leoni Indomabili nel clamoroso 3-2 che ha permesso nel recupero alla formazione di Song di vincere un match rocambolesco e trovare il fondamentale secondo posto nel raggruppamento. Questo perché il tecnico ha deciso di spedire l’ex Ajax in panchina preferendogli Ondoa, che gioca nella terza serie del campionato francese di calcio.

Le cose hanno preso una brutta piega secondo quanto dichiarato dalla stampa africana e in particolare da Sport News Africa. In pratica Onana non ha accettato in silenzio la decisione e ha avuto un alterco con la grande gloria e presidente della Federcalcio camerunense, Samuel Eto’o. Parole forti, con l’ex bomber che ha preferito mantenere un atteggiamento distaccato senza rispondere. Onana stando a quanto si legge avrebbe perso “le staffe da solo, prima poi di calmarsi e restare nel gruppo accettando il suo destino.

L’imbarazzante gol di mano che poteva cambiare il corso della Coppa d’Africa: il Var evita il peggio

Un torneo poco fortunato dunque per il portiere già protagonista in negativo nell’edizione 2017 e ai Mondiali del 2022. Onana infatti era rimasto a guardare i compagni già all’esordio contro la Guinea, essendo tornato tardi dagli impegni con lo United. Titolare poi contro il Senegal ha subito tre gol sugli unici tre tiri in porta ricevuti. Insomma la sua Coppa d’Africa finora è stata un vero e proprio disastro. Dopo quanto accaduto bisognerà capire ora le gerarchie del gruppo, come e se cambieranno. Mettersi contro il presidente federale non è una buona idea

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.