Storie Web venerdì, Marzo 1
Notiziario

È morta a 35 anni, dopo un mese di terapie inutili, a causa di una serie di complicazioni sopraggiunte dopo aver contratto il Covid-19 e ancora oggetto di indagine. 
Sul decesso di Ilenia Salaro, sposata e madre di due figli piccoli, ora la Procura di Latina vuole vederci chiaro, aprendo un fascicolo dopo la denuncia sporta dai familiari.

La donna ha scoperto di avere il Covid lo scorso 29 dicembre, durante le feste di Natale e Capodanno. Da lì, come riportato da alcuni quotidiani, è cominciato il suo calvario: è stata colpita da una paralisi agli arti e ricoverata all’ospedale Santa Maria Goretti del capoluogo pontino. Le sue condizioni sono apparse fin da subito altalenanti e i medici, pensando inizialmente a una leucemia, l’hanno sottoposta anche a prelievi di midollo osseo, risultati negativi.

La donna è stata dunque trasferita al policlinico di Tor Vergata, a Roma, e lì sottoposta ad un intervento al cuore. Poi al San Camillo, sempre nella Capitale. Sono seguiti 12 giorni di aggravamenti continui, fino al decesso. A chiarire quanto è successo sarà dunque la magistratura, mentre la famiglia si è affidata ad un medico specializzato in medicina legale come perito di parte. Venerdì mattina si è svolta l’autopsia, sabato pomeriggio i funerali a Borgo Montello, uno dei borghi che sorgono nelle campagne attorno a Latina.

Ilenia Salaro gestiva un allevamento di alpaca e una fattoria didattica e anche per questo era molto conosciuta e amata nella zona. Era madre di due bambini: Beatrice, 5 anni, nata il suo stesso giorno, e Leonardo, venuto al mondo 4 mesi fa. Lei lo stava ancora allattando.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.