Storie Web venerdì, Marzo 1
Notiziario

Il dato dell’Osservatorio economico del ministero degli Affari esteri non è tra i più aggiornati, ma costituisce comunque un primo punto di partenza per “tastare il polso” delle relazioni commerciali tra Italia e Argentina, nel giorno in cui il presidente ultraliberale Javier Milei incontra, in tarda mattinata, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e alle 16:00, a Palazzo Chigi, la premier Giorgia Meloni.

Le due economie sono profondamente intrecciate. Nei primi sette mesi del 2022 l’Italia ha rappresentato, a livello globale, il 10° fornitore e il 21° cliente dell’Argentina mentre, tra i paesi Ue, si è confermata al secondo posto come fornitore (dopo la Germania) e terzo cliente (dopo Spagna e Paesi Bassi).

Interscambio oltre 1,3 miliardi

Nello stesso periodo l’interscambio bilaterale è stato pari a 1.368 milioni di euro (+36,5% rispetto allo stesso periodo del 2021), con esportazioni italiane verso l’Argentina per 759 milioni di euro (+36,6%) e importazioni italiane per 610 milioni di euro (+36,5%), con un saldo commerciale positivo per 149 milioni di euro. In generale, hanno registrato variazioni positive quasi tutte le voci delle esportazioni italiane rappresentate, principalmente, da macchinari, prodotti farmaceutici, apparecchi elettrici, prodotti chimici e fertilizzanti, parti e accessori per autoveicoli, mentre le voci principali delle nostre importazioni sono rappresentate da oli e grassi vegetali e animali, pesce, crostacei e molluschi e prodotti agricoli (fonte: elaborazioni Osservatorio Economico MAECI su dati TDM Trade Data Monitor).

Oltre 250 aziende italiane presenti in Argentina

Stando ancora alle indicazioni fornite dal ministero, sono oltre 250 le aziende italiane presenti in Argentina, di cui 110 attive nel settore manifatturiero, che impiegano più di 50.000 lavoratori (stime della Camera di Commercio italo-argentina), mentre, secondo stime Ice, il fatturato annuo delle imprese argentine con capitale italiano è pari a circa 11 miliardi di euro (9,2 miliardi di euro il fatturato delle imprese estere partecipate da imprese italiane in Argentina e 2 miliardi di euro quello delle imprese italiane partecipate da imprese estere nel paese).

Le difficoltà economiche dell’Argentina

L’Argentina vive una situazione di difficoiletà economica: soffre di un’inflazione annua del 143%, la sua valuta è crollata e, stando agli ultimi dati, quattro argentini su dieci sono poveri. La Nazione ha anche un deficit fiscale enorme, un deficit commerciale di 43 miliardi di dollari, oltre a un debito di 45 miliardi di dollari nei confronti del Fondo monetario internazionale, di cui 10,6 miliardi dovuti ai creditori multilaterali e privati entro aprile. Sempre secondo il Fondo monetario internazionale, l’economia dell’Argentina dovrebbe contrarsi quest’anno del 2,8%, decisamente al di sotto del +2,8% stimato in ottobre

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.