Storie Web mercoledì, Febbraio 28
Notiziario

Massimo Boldi (foto da LaPresse)

Massimo Boldi si unisce, un po’ tardivamente, al coro di vip preoccupati per la situazione sicurezza a Milano. Dopo Carlo Verdone, Flavio Briatore, Elenoire Casalegno, Dj Hellen, anche ‘Cipollino’ esprime la propria preoccupazione per la presunta escalation di violenza in città o, quantomeno, la percezione di insicurezza. “La situazione della sicurezza di Milano è senz’altro peggiorata rispetto al passato, soprattutto nei quartieri dove mancano i soldi, cosa che spinge di più le persone a delinquere”, spiega l’attore che poi aggiunge: “Io me ne sono andato”.

Massimo Boldi affida all’Adnkronos le sue considerazioni sulla città amministrata da Beppe Sala:

Il malessere e la delinquenza proliferano soprattutto nei quartieri più poveri, anche perché per raggranellare un po’ di soldi le persone sono capaci di fare di tutto”.

L’attore comico poi però ci riflette e ricorda:

“Ad onor del vero anche quando ero giovane, quarant’anni fa, e facevo il cantante, conducendo una vita con orari sballati tra i night club dove suonavo fino a tarda notte, c’erano i quartieri sicuri, dove si poteva camminare anche la sera tardi senza problemi, e quelli in cui c’era una situazione pericolosa”.

“Ma adesso – sostiene Boldi – la situazione è peggiorata”. Ed è per questo che lui ha deciso di trasferirsi altrove:

“Io sono andato via, vivo fuori città. Arrivato a casa sono praticamente chiuso in una cassaforte, con telecamere e sistemi di sicurezza della vigilanza privata, e per fortuna da tanti anni la situazione dove vivo io è tranquilla”.

Boldi però non ne fa una questione politica e neanche prettamente italiana:

“Bisogna però dire che la criminalità e la mancanza di sicurezza sono un problema che attanaglia un po’ tutte le metropoli, non solo Milano”.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.