Storie Web venerdì, Febbraio 23
Notiziario

Gli agenti di polizia hanno seguito gli spostamenti di un uomo che è uscito da un negozio di tatuaggi nei pressi di viale Stelvio: qui la droga veniva immagazzinata e preparata per essere immessa nel mercato.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it

Uno studio di tatuaggi come base dello spaccio locale. Un vero e proprio covo individuato e smantellato dagli agenti di polizia, che hanno arrestato il titolare del negozio e altri tre professionisti tra i 27 e i 35 anni.

Gli agenti hanno individuato prima un’auto sospetta in via Menabrea, da cui è sceso un uomo già denunciato per reati legati alla droga. L’hanno seguito fino in via Monticelli, a due passi da viale Stelvio: qui è entrato nello studio di tatuaggi, per poi uscire poco dopo con un giubbotto in mano in cui nascondeva qualcosa. Quando è stato fermato aveva ben 70 grammi di hashish, appena acquistati nel negozio di tatuaggi. 

Ma non solo hashish, trovato in ingenti quantità (oltre 150 grammi) nelle dispense del magazzino. Gli agenti intervenuti, una volta fatta irruzione all’interno del negozio, si sono trovati davanti 28 grammi di funghi allucinogeni, 11 pasticche di ecstasy e 4 bustine di ecstasy in cristalli. E ancora due flaconcini da 5ml con sostanze allucinogene, 4 pasticche di ossicodone, 4 pasticche di Alza (un farmaco oppioide),  5 pasticche di lisdexamfetamina, 29 grammi di marijuana, 3 pasticche di Mdma, 1 bustina contenente ketamina, 2 involucri con hashish sintetico. Il tutto insieme a quasi 3mila euro in contanti, e a un bilancino di precisione.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.