Storie Web sabato, Luglio 13
Notiziario

L’allenatore della Juventus dopo il derby contro il Torino ha parlato anche del suo futuro in bianconero, tra obiettivi da raggiungere e lavoro svolto.

Guarda il bicchiere mezzo pieno Allegri dopo Torino-Juventus. Il tecnico bianconero si è rammaricato del non aver sfruttato le occasioni a disposizione, parlando anche del tema più caldo del momento ovvero la sua permanenza in bianconero. Gonfia il petto Max quando parla del lavoro svolto, e anche della valorizzazione dei giovani.

Allegri infatti si è rifatto alle parole di Elkann che ha sottolineato la bontà del lavoro fatto negli ultimi anni. Per questo Max a DAZN ha dichiarato: “Le parole di Elkann hanno confermato quanto di buono fatto dalla Juve negli ultimi 3 anni e non parlo di me, ma della Juve”. Per questo l’allenatore ha citato i tanti giovani interessanti: “I cambi sono stati oggi Yildiz ,un 2005, Iling un 2003. Ci sono tanti giovani che sono usciti dalla Next Gen. La Juve ha una buona base, poi la società farà le sue valutazioni sul mercato dell’anno prossimo”.

Immagine

Ma nella prossima stagione ci sarà anche Allegri sulla panchina della Juventus? L’allenatore ha dribblato la domanda concentrandosi esclusivamente sulla ricerca del raggiungimento degli obiettivi: “L’ho ripetuto più volte, non abbiamo centrato ancora gli obiettivi. È importante arrivare in fondo tutti insieme, per questo traguardo importante, che è un traguardo calcistico per noi, ma molto economico per la società”. 

Allegri non risponde sul futuro alla Juve, un indizio fa pensare all’addio: la comunicazione è cambiata

Allegri si sente dunque in linea con gli input della società per gli obiettivi fissati ad inizio stagione. E per questo Allegri ripercorre le tappe del bel lavoro effettuato: “La società ci ha dato un input tre anni fa con dei dirigenti diversi. Poi gli stessi nuovi dirigenti e la proprietà hanno danno un chiaro indirizzo: dare sostenibilità alla squadra, far crescere i giovani della Nex Gen. E quest’anno sono cresciuti tanti giocatori, quindi il lavoro fatto dalla Juventus, dal settore giovanile, non solo negli ultimi due anni, è stato buono, poi è normale che il direttore, la proprietà faranno le valutazioni su come aumentare e migliorare la squadra”.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.