Storie Web mercoledì, Febbraio 28
Notiziario

Un imbarazzante “gollonzo (direbbe la Gialappa’s) quello che ha aperto le danze in Congo-Zambia, match valido per la prima giornata del Girone F della Coppa d’Africa 2024 di scena in Costa d’Avorio. A sbloccare il risultato è stato infatti un vero e proprio disastro commesso dal pacchetto difensivo della nazionale congolese arrivato al 23′ minuto di gioco che ha di fatto regalato a Kings Kangwa la possibilità di portare in vantaggio lo Zambia.

Grande protagonista in negativo è soprattutto il portiere Lionel Mpasi-Nzau che esce inspiegabilmente abbondantemente oltre la sua area di rigore per fronteggiare l’avanzata sulla corsia laterale dell’attaccante zambiano Patson Daka nonostante la sua difesa fosse schierata in modo corretto. Nel contrasto con il centravanti del Leicester l’estremo difensore riesce a deviare il pallone in fallo laterale finendo però a terra. A quel punto, mentre il portiere si rialza e si dirige lentamente verso la sua porta lasciata sguarnita, Daka batte velocemente la rimessa laterale servendo Kangwa che dalla trequarti va immediatamente alla conclusione per sorprendere il portiere ancora lontano dai pali.

Il tiro del centrocampista della Stella Rossa non è irresistibile ma è sufficientemente alto da eludere il tentativo di intercetto aereo provato dal centrale del Marsiglia Chancel Mbemba e rimbalzare nei pressi dell’area piccola. A quel punto sembra che l’altro centrale congolese Henoc Inonga possa ancora intervenire per evitare che il pallone calciato da Kangwa finisca in rete ma il suo intervento è maldestro con la palla che passa sotto al suo piede e, mentre lui finisce goffamente a terra, si infila nella porta rimasta vuota regalando così il gol che vale il momentaneo 1-0 per lo Zambia.

Accuse di spionaggio in Coppa D’Africa: un drone in allenamento innesca l’incidente diplomatico

A rendere del tutto imbarazzante il momento ci ha infine pensato colui che ha dato origine al disastro con l’inspiegabile uscita fuori dalla propria aria di rigore, vale a dire il portiere congolese Mpasi-Nzau che dopo aver subito il gol ha preso il pallone dalla rete e lo ha scagliato con rabbia in avanti mettendosi poi a rimproverare i compagni della difesa per gli errori commessi.  Per sua fortuna però il disastro a cui ha dato origine non è costato carissimo al suo Congo che pochi minuti più tardi è riuscito a trovare il gol del pareggio con Yoane Wissa per l’1-1 che durerà poi fino al triplice fischio finale.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.