Storie Web mercoledì, Febbraio 28
Notiziario

L’analisi degli episodi da moviola che mandarono su tutte le furie Pippo Inzaghi e il presidente, Danilo Iervolino, trovano spiegazione a Open Var su Dazn. Caso chiuso mostrando le immagini e lasciando ‘parlare’ il dialogo tra l’arbitro Marinelli e il Var, Di Bello. “Livio, sono Marco: gol regolare, non c’è nessuna gomitata”.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it

Le roventi polemiche della Salernitana dopo il derby con il Napoli perso al Maradona al 96° si chiudono con l’analisi da parte dell’ex arbitro, Matteo Trefoloni, degli episodi contestati. Durante la finestra di Open Var su Dazn, l’ex direttore di gara passa in rassegna sia la concessione del calcio di rigore agli azzurri sia la rete del raddoppio arrivata in pieno recupero, decisiva per la vittoria dei partenopei in rimonta (2-1). Pippo Inzaghi (squalificato dopo quel match) protestò in tv (“noi sempre penalizzati dagli arbitri”). Il presidente, Danilo Iervolino, parlò di “vergogna senza precedenti” arrivando perfino a paventare le dimissioni del designatore, Rocchi.

Ma come stanno veramente le cose? Cosa si sono detti l’arbitro di allora, Marinelli, e i colleghi al Var, Di Bello e Chiffi? Il dialogo è stato svelato nel corso della trasmissione che ha focalizzato l’attenzione sul contatto tra Fazio e Simeone (in occasione del penalty assegnato dopo la on-field-review suggerita dal Var) e sulla presunta scorrettezza di Demme che, saltando per battere di testa, sembra fare fallo su un calciatore dei granata. Nell’uno e nell’altro caso trovano conferma da parte Trefoloni le decisioni prese dagli ufficiali di gara.

Immagine

Sull’episodio da rigore è dirimente un concetto: il calcio rifilato da Fazio all’attaccante del Napoli nel momento in cui contendono il pallone fa tutta la differenza del caso e l’assegnazione del penalty è regolare. Anzi, a giudicare dal botta e risposta durante il check tra campo e cabina di regia emerge subito come ci sia convergenza di opinioni sulla situazione. “Stanno controllando l’azione ma è rigore”, dice Marinelli che successivamente va al monitor per la verifica come indicato dal Var: “Lasciala andare. Rigore senza provvedimento disciplinare. Perfetto. Grazie Marco”. Trefoloni è d’accordo: “Contatto punibile, arriva per primo Simeone e Fazio gli calcia la gamba”.

Il Genoa batte 2-1 la Salernitana, decide un rigore di Guðmundsson: Gilardino vede il decimo posto

Immagine

Le proteste dei granata s’erano fermate anche sul contrasto tra Demme e Tchaouna. Non c’è alcun fallo, il gol è regolare sentenzia il Var nel corso del check dopo il 2-1 degli azzurri. “Voglio vedere cosa fa il 4, salta e sta col braccio chiuso – dice Di Bello -. Non mi sembra nulla. Nulla, assolutamente. Livio, sono Marco: gol regolare, non c’è nessuna gomitata”. La chiosa di Trefoloni: “Anche secondo noi il gol è regolare. Il Var e l’Avar fanno una ricerca molto accurata dell’azione attraverso tutte le telecamere”.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.