Storie Web giovedì, Febbraio 29
Notiziario

Mahmood, Geolier, Annalisa e Angelina Mango, ma anche Ghali, Irama e Gazzelle sono nella claissifica delle canzoni più ascoltate al mondo nella weekend di debutto: gli effetti di Sanremo 2024.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it

Mahmood e Ghali al Festival di Sanremo 2024 (LaPresse)

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Sette delle dieci canzoni più ascoltate in streaming, al mondo, nel weekend d’esordio sono italiane: da Mahmood a Geolier, passando per Angelina Mango, Annalisa e Ghali. Sono passati pochi giorni dalla vittoria di Angelina Mango al Festival di Sanremo e si comincia man mano a pesare quanto conta, numericamente, il Festival e in particolare qual è la rilevanza delle canzoni. Un peso enorme, come abbiamo imparato negli anni scorsi, con le canzoni di Sanremo che hanno conquistato la testa delle classifiche annuali: basti pensare che nel 2003 le prime tre canzoni più ascoltate sono Cenere di Lazza, Due Vite di Marco Mengoni e Supereroi di Mr.Rain a dimostrazione di quanto il festival abbia completamente stravolto la discografia italiana, soprattutto negli ultimi cinque anni, quelli di conduzione e direzione artistica di Amadeus.

Una delle classifiche più importanti e lette al mondo è quella che conta quali siano le canzoni e gli album più streammati, a livello mondiale, su Spotify e questa settimana questa classifica parla quasi esclusivamente italiano. La Top Songs Debut Global, infatti, conta gli stream del weekend d’esordio delle canzoni e degli album e se spesso è capitato di vedere album italiani in testa, non sempre capita per le canzoni: deve avvenire qualcosa di particolare, soprattutto per vederne più di una. E questo qualcosa di speciale, questa settimana, ovviamente, sono gli streaming del Festival di Sanremo che hanno battuto anche quelli dello stesso periodo dell’anno scorso. L’ultima classifica FIMIdice che nelle prime 15 posizioni erano presenti 14 canzoni dell’ultimo festival, record anche rispetto allo scorso anno.

Immagine

Ma la classifica di quest’anno dice che sette canzoni su dieci nella classifica speciale Spotify sono italiane, con Tuta Gold di Mahmood che è in seconda posizione, alle spalle solo di “Talking”, canzone di Kanye West e Ty Dolla Sign, inclusa nell’ultimo album dei rapper. Ai piedi del podio c’è Geolier con I p’ me, tu p’ te, secondo classificato all’ultimo festival di Sanremo, mentre in quinta posizione si è piazzata Annalisa con “Sinceramente”, seguita da La noia della vincitrice Angelina Mango, sesta, e da “Tu no” di Irama, settimo, mentre chiudono la classifica “Casa mia” di Ghali all’ottavo posto e “Tutto qui” di Gazzelle in decima.

Frankie Hi-Nrg su Angelina Mango: “Vincente a Sanremo per mano della casta”, la risposta della cantante

Questi risultati sono anche il motivo per cui il Festival di Sanremo è diventato il programma più ambito dalla musica e dalle discografiche italiane. È l’unico programma che oggi come oggi può spingere una canzone in testa alle classifiche mondiali – se si esclude l’Eurovision Song Contest a cui, però, partecipa un’unica canzone. Mahmood sta contando più che i cellulari nella tuta gold, gli streaming che sta collezionando in questi giorni, così come il rapper napoletano che, al momento è primo in termini di stream assoluti con 11.3 milioni, davanti all’artista milanese con 11.2 il quale, però, lo sovrasta nella Top Global giornaliera dove in 24 ore è volato in 27sima posizione, mentre Geolier è salito in 40esima.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.