Storie Web martedì, Febbraio 27
Notiziario

Il 3-0 dell’Inter alla Lazio è stata una sentenza. La seconda semifinale della Supercoppa Italiana è stata a senso unico. Più della prima che ha visto il Napoli vincere contro la Fiorentina con lo stesso punteggio ma provando quantomeno il brivido di quel rigore poi fallito da Ikone. In questo caso la squadra di Sarri è stata letteralmente surclassata dai nerazzurri dal primo all’ultimo minuto. Sommer, quasi inoperoso per il resto della partita, si è visto pure finire in porta un pallone messo in rete da Immobile nel finale ma la rete è stata giustamente annullata.

Dopo 5 vittorie consecutive, dunque, quello di stasera per la Lazio è stato un blackout totale. “È durata 3-4 minuti” ha ammesso Maurizio Sarri nel post partita visibilmente provato da quanto visto in campo. E in effetti i numeri sono la fotografia perfetta della catastrofe tecnico e tattica dei biancocelsti che sono stati schiacciati dal punto di vista del possesso palla e anche delle occasioni da gol create. Ma soprattutto ciò che balza agli occhi del tifosi è soprattutto lo zero nella casella dei tiri nello specchio della porta che testimoniano le difficoltà della Lazio.

La delusione della Lazio dopo il gol subito da Thuram.

La delusione della Lazio dopo il gol subito da Thuram.

Il 61% di possesso palla dell’Inter contro il 39 della Lazio è soltanto uno dei numeri che certificano la superiorità dell’Inter in questa semifinale di Supercoppa. I biancocelesti hanno calciato in totale 5 volte ma 0 nello specchio della porta. Una differenza sostanziale rispetto all’Inter che invece di tiri totali ne ha effettuati addirittura 23 di cui 7 nella porta di Provedel e 3 trasformati in gol. Il dato che testimonia la sterilità offensiva della Lazio è anche quello relativo ai calci d’angolo. Anche in questo caso lo zero testimonia un po’ la poca propensione dei biancocelesti in fase offensiva in questa serata totalmente da cancellare.

La Lazio vede la zona Champions, un gol di Felipe Anderson piega un Lecce indomabile

Ci sarà da ripartire per Sarri che di certo non ha visto questa sera quella Lazio che soprattutto nelle ultime uscite in campionato è stata straripante e a tratti perfetta sotto tutti i punti di vista. La partita di stasera contro l’Inter ha però sicuramente messo in evidenza ulteriormente la forza dei nerazzurri e la fragilità di una Lazio che sotto pressione forse subisce davvero troppo. Gli 11 falli commessi dimostrano anche un certa difficoltà nel riuscire a recuperare palloni ai giocatori di Simone Inzaghi assolutamente perfetti fino al triplice fischio.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.