Storie Web mercoledì, Febbraio 28
Notiziario

Una doppietta di Dusan Vlahovic e un gol di Bremer permettono alla Juventus di battere il Lecce e di prendersi il primo posto in classifica, in attesa del recupero dell’Inter. Vittoria fondamentale per la squadra di Allegri.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it

Vlahovic non si ferma più e la Juventus vola in testa alla classifica. Una doppietta del numero 9 permette alla squadra bianconera di battere il Lecce e di prendersi il primo posto della Serie A, in attesa del recupero dell’Inter. Vittoria fondamentale per la squadra di Allegri, che si è imposta con un netto 3-0 completato da Bremer nel finale.

La primo parte di gara allo stadio Via del Mare è stata molto bella e combattuta, con la Juve che ci ha provato con McKennie mentre i salentini hanno avuto un paio di occasioni non sfruttate con Krstovic. Due statistiche rispettano l’andamento delle due squadre in questa stagione: i bianconeri non hanno subito gol nel primo tempo in 17 delle sue 21 partite, solo il Torino (18) ha fatto meglio; mentre la squadra di D’Aversa non ha trovato il gol nel primo tempo in 16 delle sue 21 partite, peggio hanno fatto solo Empoli (17) e dell’Hellas Verona (17).

Immagine

L’equilibrio tra le due squadre viene spezzato dall’uomo del momento in casa Juve: Dusan Vlahovic si coordina e manda la palla al volo in rete su cross dalla sinistra di un caparbio Cambiaso, che ha inseguito una ribattuta e ha rimesso in mezzo un pallone morbido sul secondo palo molto invitante.

Allegri sugli episodi di Inter-Verona: “Il VAR è soggettivo. Bisogna accettarlo così com’è”

Il numero 9 bianconero si è ripetuto poco dopo: McKennie colpisce di testa dopo un cross dalla destra e Vlahovic, in posizione regolare, è intervenuto mentre la palla stava entrando in porta. Raddoppio Juventus e gara chiusa.

Vlahovic è il secondo giocatore della Vecchia Signora negli ultimi 50 anni ad andare in doppia cifra di gol in due campionati di Serie A consecutivi prima di compiere 24 anni: il primo è stato Paulo Dybala.

Immagine

Nel finale è arrivato anche il terzo gol della squadra di Massimiliano Allegri e lo ha firmato Bremer: il difensore brasiliano è saltato più in alto di tutti e ha battuto ancora Falcone sugli sviluppi di un calcio di punizione laterale battuto da Iling Junior.

Con questo risultato la Juventus va a +1 sull’Inter che, impegnata in questi giorni in Supercoppa, recupererà con l’Atalanta tra più di un mese, il 28 febbraio.

Il tabellino di Lecce-Juventus

RETI: 59′ e 68′ Vlahovic, 85′ Bremer.

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Pongracic, Baschirotto, Gallo (67′ Dorgu); Gonzalez (61′ Blin), Ramadani, Kaba; Oudin (67′ Pierotti), Krstovic (72′ Piccoli), Almqvist (72′ Sansone). A disposizione: Brancolini, Samooja, Venuti, Berisha, Strefezza. Allenatore: Roberto D’Aversa.

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Cambiaso (80′ Alex Sandro), McKennie, Locatelli, Miretti (57′ Weah), Kostic (74′ Iling-Junior); Yildiz (74′ Milik), Vlahovic. A disposizione: Pinsoglio, Perin, Rugani, Nicolussi Caviglia, Nonge Boende. Allenatore: Massimiliano Allegri.

ARBITRO: Daniele Doveri.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.