Storie Web giovedì, Febbraio 29
Notiziario

Una notte da mille brividi per il Milan che si guadagna la vittoria in pieno recupero: i cambi di Pioli regalano i tre punti ai rossoneri contro l’Udinese che a pochi minuti dalla fine erano riusciti a mettere in scena una splendida rimonta. Gli ingressi di Jovic e Okafor hanno cambiato tutto, sigillando la partita sul 3.1 al 93′.

A caratterizzare la sfida però c’è stato anche il clima incandescente del primo tempo, segnato dagli insulti razzisti di una parte della tifoseria di casa agli indirizzi di Maignan che, dopo aver avvisato l’arbitro, si è allontanato dal campo assieme al resto della squadra in segno di protesta.

Immagine

È la nota negativa che ha reso un po’ più amara la serata dell’Udinese che intanto sul campo è riuscita a portare a termine una rimonta complicata. Giroud prova a rompere gli indugi al 15′ con un tiro forte sul primo palo e prova a ripetersi qualche minuto più tardi su assist di Theo Hernandez.

Jovic si fa male alla caviglia, Sassuolo a rischio: continua l’emergenza infortuni per il Milan

Ma a prendersi la scena alla mezz’ora è Loftus-Cheek che sfrutta un cross del terzino francese per sbloccare il risultato. Poco più tardi l’arbitro sospende momentaneamente la partita per gli insulti rivolti a Maignan, ma al ritorno in campo il Milan è destabilizzato: al 39′ arriva il pareggio dell’Udinese con Samardzic che, dopo aver raccolto una sponda di Lucca, mette a sedere un difensore avversario con una splendida azione personale che gli regala la gioia del gol.

Immagine

La rimonta può avere inizio: nella ripresa i friulani tornano in campo con grinta e al 63′ trovano il gol del 2-1 con Thauvin che con un dribbling salta Theo Hernandez e Reijnders prima di beffare Maignan, non del tutto incolpevole su questa rete.

Il Milan fa fatica a rientrare nei binari, soprattutto perché la squadra di Cioffi ha alzato i ritmi rendendo la situazione molto difficile. Pioli prova a sistemare tutto con i cambi che questa volta gli regalano grandi soddisfazioni. Al 75′ Jovic entra in campo e impiega meno di dieci minuti per lasciare il segno: Giroud calcia e trova la traversa, sul pallone però si avventa il serbo che manda il rete il tap-in vincente.

Immagine

È la zampata che salva tutto per il Milan, ma il meglio deve ancora venire. A incidere è ancora un uomo venuto dalla panchina, Okafor: al 93′ sugli sviluppi di un corner sfrutta una spizzata di testa di Giroud per beffare ancora Okoye e segnare il gol pesantissimo del 3-2.

La rimonta dei friulani è stata spazzata via dai due subentrati rossoneri che regalano ai tifosi una vittoria da urlo, proprio quando tutto sembrava finito. L’Udinese ha solo accarezzato la vittoria che avrebbe regalato ossigeno alla classifica in vista della lotta per non retrocedere.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.