Anpi contro FdI: “Balbo era uno squadrista. Intollerabile intitolare circolo a suo nome”

0
28

Continuano le polemiche dopo la decisione di Fratelli d’Italia, il partito della premier Giorgia Meloni, di intitolare un circolo al politico e aviatore Italo Balbo a Retorbido, nel pavese. Iscritto al Partito Nazionale Fascista, Balbo fu uno dei quadrumviri della marcia su Roma

“Un fatto intollerabile”, ha denunciato su Facebook l’Anpi. “Balbo è stato uno squadrista, fece parte del quadrumvirato che guidò la Marcia su Roma e fu membro del Gran Consiglio del fascismo – scrive l’Anpi – Ricordiamo che nel marzo scorso il ministero della Difesa fece togliere il suo nome da un aereo dell’Aereonautica militare. Ci associamo con forza alle proteste dell’Anpi di Pavia contro questo scempio della memoria della Resistenza e delle vittime della criminalità fascista”.

L’interrogazione parlamentare

Sulla vicenda nei giorni scorsi era stata presentata un’interrogazione parlamentare da Arturo Scotto di Articolo 1. “Giorgia Meloni ha dichiarato di non aver mai subito il fascino del fascismo – osserva Scotto – . Appena un mese fa pronunciò questa frase parlando alla Camera dei deputati. Un mese dopo in provincia di Pavia il suo segretario provinciale inaugura un circolo di Fratelli d’Italia intitolato a Balbo. Gerarca fascista, tra i promotori della marcia su Roma, ministro dei governi Mussolini nonché governatore della Libia per sei anni. Mi domando come sia possibile che un partito al governo di un Paese occidentale possa scegliere di valorizzare e commemorare le figure che hanno dato vita alla dittatura più spietata della storia del Paese”.

“Ad ogni occasione Fratelli d’Italia conferma di non aver preso le distanze dal fascismo. – aveva denunciato il consigliere regionale lombardo del Movimento 5 Stelle Simone Verni – Scarso il valore delle continue dichiarazioni di facciata, quando ad ogni occasione i rappresentanti del partito di Giorgia Meloni non perdono occasione per celebrare ideologie e protagonisti della stagione piu’ buia della storia contemporanea”.

La replica di FdI

Dopo l’interrogazione parlamentare il segretario provinciale di FdI Claudio Mangiarotti, presente alla cerimonia nei giorni scorsi, ha affermato che “il nome di Balbo è stato scelto perché è stato un eroe nazionale, un patriota, l’uomo che fece la Trasvolata Atlantica”. “I suoi raid contro gli antifascisti in Emilia? Non conosco così bene la storia, ma stiamo parlando di una medaglio d’oro al valor militare, di un pioniere. Non vedo nulla di male in questa intitolazione, chi fa queste polemiche le porta avanti perché non ha argomenti contro Fratelli d’Italia”.

Mangiarotti ricorda che “Balbo si dissociò dalle leggi razziali e dall’alleanza con la Germania”.

“Balbo fu un ras del fascismo, tra i protagonisti di assalti e pestaggi nelle Camere del Lavoro e nelle sedi socialiste in Emilia e tra i responsabili della morte di Don Minzoni. – la replica di Santino Marchiselli, presidente dell’Anpi di Pavia – Fratelli d’Italia ha un ristretto pantheon di persone a cui intitolare circoli”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui