Storie Web venerdì, Marzo 1
Notiziario

Fine settimana gelido, forse il più freddo dell’Inverno, quello del 20/21 gennaio: una fase decisamente polare con l’irruzione di aria gelata verso tutto il Paese, questa volta anche al Sud. L’aria fredda sta dilagando infatti anche verso le regioni meridionali, regalando paesaggi nevosi da fiaba fino a 300-500 metri. Per la neve scuole chiuse a Potenza e fiocchi anche a bassa quota nel Sannio e in Irpinia. Nevica anche in Molise, dove le temperature sono scese di 10 gradi e nel nord del Barese. Le condizioni meteo avverse sono poi alla base della decisione di individuare un altro porto, non più quello di Ortona, in provincia di Chieti, per l’attracco della Humanity 1, la nave con a bordo 126 migranti salvati su una barca alla deriva in zona Sar maltese.

Problemi di viabilità in Campania

Collegamenti quasi interrotti con Capri: in un’isola già deserta per mancanza di turisti e del cattivo tempo che imperversa sin dai primi giorni del 2024, si è aggiunto anche il mare grosso che costringe le compagnie di navigazione a cancellare le corse per l’isola azzurra. Sabato, infatti, a causa del forte mare di grecale gli aliscafi hanno annullato tutte le partenze da Napoli e Sorrento. La circolazione ferroviaria è stata sospesa, dalla tarda mattinata, tra Vietri sul Mare e Salerno sulla linea storica Napoli-Salerno via Cava dei Tirreni per consentire l’intervento dei Vigili del Fuoco su un palazzo reso pericolante dal maltempo. Problemi anche lungo la linea della Cumana per la presenza di parti di albero finiti sui binari. Nelle prime ore di sabato, per le forti nevicate in provincia di Salerno, sono intervenuti sei mezzi spargisale e spazzaneve per agevolare la circolazione su alcune strade statali.

Gelo dal Nord alla Sardegna

Il traghetto Quirino, partito alle ore 9 da Formia e che stava arrivando nell’isola di Ponza poco prima di mezzogiorno, ha avuto problemi durante la manovra di attracco a causa del forte vento e delle onde, rischiando di ribaltarsi. Allerta gelate in Sardegna, a causa delle basse temperature dovute al fronte freddo che sta già interessando la parte settentrionale dell’isola, con pochi fiocchi di neve sul Gennargentu. Il tempo è stato sereno e limpido al Nord con attenuazione dei venti e con una giornata soleggiata seppur molto fredda. Di contro bisogna stare attenti alla viabilità, alle mareggiate sulle coste esposte e alla riduzione della visibilità durante le tormente, dovute a vento più neve. Coldiretti fa notare che lo sbalzo termico forte e repentino, sta danneggiando le coltivazioni. I cambiamenti climatici, lo scorso anno, hanno prodotto danni per 6 miliardi.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.