Storie Web martedì, Febbraio 27
Notiziario

È una delle ultime immagini della partita che l’Inter ha vinto con un largo risultato in trasferta (1-5). I cellulari dei tifosi catturano quell’istante che dimostra anche cosa vuol dire saper vincere.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it

La sensibilità di Lautaro Martinez nei confronti del portiere avversario, Sorrentino.

Alessandro Sorrentino è seduto, a capo chino, appoggiato a uno dei pali della porta. È una delle ultime immagini del match che l’Inter ha vinto 5-1 a Monza, un risultato così netto da oscurare anche le polemiche provocate dalla rete annullata a Pessina a causa di un fuorigioco millimetrico. Il sigillo di Thuram nel finale, le doppiette di Calhanoglu e Lautaro Martinez hanno scandito il successo che permette di tenere il primato al sicuro e lascia il cerino in mano alla Juve tornata di nuovo a -5 dalla vetta.

La disperazione dell’estremo difensore dei brianzoli testimonia in maniera tangibile il profondo dispiacere da parte dell’estremo difensore: perché tornare a casa con 5 reti sul groppone fa male a prescindere, nonostante la consapevolezza di avere davanti un avversario molto forte; perché alla terza apparizione in Serie A, dopo il pareggio contro Lecce (a settembre scorso, gara del debutto assoluto per il 21enne) e la vittoria col Frosinone ci aveva preso gusto. Amarissima la sensazione provata con i nerazzurri.

L'argentino va a consolare l'estremo difensore, desolato per la sconfitta pesante.

L’argentino va a consolare l’estremo difensore, desolato per la sconfitta pesante.

Sorrentino, che ha preso il posto di Di Gregorio, se ne sta da solo e sconsolato a rimuginare su quello stop doloroso in casa. I compagni di squadra sono a centrocampo, di lui si accorge Lautaro Martinez e fa un gesto molto bello. Si assicura che vada tutto bene poi gli tende le mani e lo aiuta a rialzarsi.

Infortunio di Lautaro Martinez in Inter-Bologna di Coppa Italia: probabile affaticamento per il Toro

L’attaccante argentino ha percepito la disperazione del giovane avversario e va da lui per incoraggiarlo. gli mette un braccio intorno al collo, gli mormora qualche parola che non lenisce di certo il rimpianto per come sono andate le cose ma è un esempio di umanità e di grande lealtà sportiva. Nel momento di maggiore esaltazione personale (per le reti realizzate che salgono a 18 in altrettante disputate in campionato) e collettiva (la squadra di Inzaghi è in fuga scudetto) dimostra cosa vuol dire saper vincere.

L'abbraccio a fine incontro, un bell'esempio di sportività.

L’abbraccio a fine incontro, un bell’esempio di sportività.

Sorrentino è cresciuto nel Pescara ed è arrivato in Serie A dopo essersi fatto le ossa tra giovanili e Serie C. È considerato uno dei migliori talenti nel ruolo tanto da meritare anche le attenzioni della Nazionale: a maggio 2022 l’ex ct, Roberto Mancini, lo convocò per uno stage per le ottime referenze che aveva ricevuto sul suo conto dai collaboratori; in quello stesso anno è stato per due volte tra i pali dell’Under 20 di Nicolato e nel 2023 ha avuto anche la soddisfazione della chiamata in Under 21 di Bollini.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.