Storie Web venerdì, Febbraio 23
Notiziario

Taiwan: 24 aerei e 5 navi da guerra cinesi intorno all’isola

La Cina ha ripreso con slancio il suo pressing militare intorno a Taiwan dopo la breve pausa osservata durante le presidenziali dell’isola che sabato hanno visto vincere William Lai, il candidato del Partito democratico progressista (Dpp), su posizioni autonomiste e accusato da Pechino di essere un “separatista”. Più di 20 aerei da guerra dell’Esercito popolare di liberazione (Pla) sono stati rilevati dal ministero della Difesa di Taipei nelle ultime 24 ore, di cui 11 che hanno attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan. Il ministero, dopo aver segnalato ieri sera una significativa ripresa notturna delle attività, ha riferito che 24 aerei e 5 navi da guerra sono stati individuati fino a questa mattina. “Undici degli aerei rilevati avevano attraversato la linea mediana dello Stretto o erano entrati nel parte di sudovest e nord di Taiwan (la zona di identificazione della difesa aerea, Adiz)”, ha affermato il dicastero in una nota. La Cina considera l’isola una parte “inalienabile” del suo territorio da riunificare anche con la forza, se necessario. Il maggior numero di aerei da guerra inviati intorno a Taiwan nella finestra delle 24 ore è dello scorso settembre, quando si attestarono a quota 103, di cui 40 oltre la linea mediana. Il flusso costante di attività militari cinesi è considerato dagli esperti come una tattica da ’zona grigia’, basata su atti aggressivi non paragonabili ad un attacco armato ma utili a tenere il target sotto continua pressione.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.