Storie Web giovedì, Febbraio 29
Notiziario

Immagine di repertorio

In ospedale con codice rosso, uno ha perso un occhio e l’altro una mano. Un episodio drammatico è accaduto oggi pomeriggio in via Borutta in zona Borghesiana a Roma, dove due ragazzi di tredici anni sono rimasti gravemente feriti a causa di petardi. Purtroppo tutti e due hanno riportato danni permanenti, che gli hanno provocato la perdita di parte del proprio corpo. Si tratta dell’ennesimo episodio di ferimenti gravi a causa di petardi, soprattutto tra giovani e giovanissimi.

Secondo quanto ricostruito finora erano circa le ore 17 nella periferia Est di Roma, i due adolescenti stavano camminando in strada, quando hanno raccolto da terra dei petardi inesplosi, rimasti in strada chissà da quanto tempo, presumibilmente per gioco oppure per buttarli via. Apparentemente innocui, possono invece creare seri danni in chi li tocca e così è stato. I petardi sono esplosi a poca distanza dai due ragazzi, ferendoli gravemente. La scena è accaduta davanti ad alcuni passanti, che hanno chiamato subito il Numero Unico delle Emergenze 112 e chiesto l’intervento urgente dei soccorritori per due minori feriti.

Sul posto in breve tempo è giunto il personale sanitario con diversi mezzi di soccorso, che ha preso in carico i due ragazzi e li ha trasportati in ospedale. Uno dei giovani è stato trasferito al Bambino Gesù, mentre l’altro al Policlinico Agostino Gemelli. L’esplosione ha causato danni irreversibili ai due pazienti: uno ha perso un occhio e l’altro la mano. Presenti sul posto gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Casilino, che hanno svolto gli accertamenti di rito e ricostruito l’accaduto.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.