Storie Web sabato, Luglio 13
Notiziario

Nella sua esultanza Yamal mima il numero 304: non è una cifra come un’altra, ma rimanda alle radici della sua famiglia e al suo barrio natale nella provincia di Barcellona.

Segna gol pesanti e trascina la Spagna verso la finale degli Europei, ma Lamine Yamal resta nei cuori dei suoi tifosi anche per l’esultanza che è già diventata iconica. A 16 anni è la nuova stella del calcio europeo ma nonostante la giovanissima età resta con i piedi ben piantati a terra, per inseguire un sogno più grande di lui e diventare il migliore al mondo. La strada è già tracciata e per questo motivo attorno a lui è cresciuta sempre di più la curiosità.

Sulla sua vita ormai si sa tutto, anche i dettagli più strani come la foto con Leo Messi scattata quando aveva appena pochi mesi (un segno del destino per alcuni), ma c’è ancora un velo di mistero sull’esultanza che sfodera dopo ogni suo gol. Yamal si mette davanti alle telecamere e mima con le dita il numero 304 che apparentemente non ha nessun significato, ma racchiude tutta la storia della sua vita.

Il significato dell’esultanza di Yamal

Il 304 che ogni volta mostra rappresenta le ultime cifre codice postale del suo quartiere natale, Rocafonda (08304). È un richiamo chiarissimo alle sue radici, al posto in cui è nato e cresciuto, che porta sempre nel cuore anche adesso che domina in lungo e in largo in Europa con la maglia della Spagna. Yamal è nato nel barrio situato a Matarò, nella provincia di Barcellona, creato alla fine degli anni ’60 in un’antica zona agricola. Nel corso degli anni ’90 ha accolto diverse famiglie di immigrati provenienti dal Marocco e da tutto il Nord Africa.

La storia incredibile della foto di Messi che fa il bagnetto a Lamine Yamal: non è un fotomontaggio

Fra questi c’era anche la famiglia del gioiellino blaugrana che è nato da padre marocchino e madre originaria della Guinea Equatoriale. Non era un quartiere come tutti gli altri, visti i grandi problemi di sovraffollamento e di mancanza di strutture: crescere lì è stato complicato per Yamal che da sempre ha dovuto lottare contro pregiudizi in una zona molto umile, nella quale era anche difficile sognare. Per questo motivo adesso, mentre si trova nel punto più alto della sua giovanissima carriera, ricorda a tutti con orgoglio quel 304 che porta cucito nell’anima, per mostrare con orgoglio le sue radici.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.