Storie Web venerdì, Marzo 1
Notiziario

La Juventus inizia il girone di ritorno con una vittoria, la 4a di fila in Serie A. Sassuolo battuto allo Stadium 3-0 grazie ad una splendida doppietta di Dusan Vlahovic, dalla distanza e al sigillo nel finale di Chiesa. Tre punti che permettono alla squadra di Allegri di riportarsi in scia della capolista Inter riducendo il gap a solo due lunghezze. Resta al palo la formazione neroverde che vede ridursi a due i punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

Prova convincente della Juventus che ha ritrovato dunque il suo bomber. Il miglior Vlahovic della stagione, quello visto in Juve-Sassuolo, capace di sbloccare il risultato dopo un solo quarto d’ora di gioco con una splendida marcatura. Un bel tiro a giro da fuori area che ha sorpreso Consigli, e anche i compagni come Yildiz, molto colpito dalla giocata del numero 9.

Dopo un intervento di Szczesny su una conclusione da fuori di Laurienté, riecco salire in cattedra il bomber serbo questa volta direttamente da calcio piazzato. Un altro tiro a giro di pregevole fattura con il pallone finito nel sette per il 2-0 della Juventus. Di fatto dunque i bianconeri hanno avuto il merito di chiudere o quasi il discorso dopo poco meno di 40′. Certo ci è voluto il migliore Szczesny ancora per disinnescare Berardi, ma a parte questa chance la seconda della classe non ha rischiato molto.

Allegri accende il duello tra Inter e Juventus: “I ladri scappano e le guardie rincorrono”

Spazio nella fase finale del match anche per il recuperato Chiesa e Weah, che hanno confezionato infatti la palla gol più importante per la Juventus. Un preludio alla rete del primo arrivata proprio nel finale per il definitivo 3-0. Al contrario si è spento offensivamente il Sassuolo che ha sbattuto contro la difesa bianconera, mai in affanno.

Altri tre punti dunque per la Vecchia Signora che resta in piena corsa per lo Scudetto e aspetta lo scontro diretto in casa dell’Inter del 4 febbraio.Tutto con un Vlahovic in più. Il serbo, tornato finalmente sui suoi standard si è preso una bella standing ovation nel finale.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.