New York, vietato discriminare in base a altezza e peso

0
8

Il sindaco di New York City, Eric Adams, ha firmato una legge che vieta la discriminazione basata sulle dimensioni del corpo aggiungendo peso e altezza all’elenco delle categorie protette come razza, sesso e religione. Lo riporta Abc news.

“Meritiamo tutti lo stesso accesso al lavoro e ad una casa indipendentemente dal nostro aspetto”, ha detto il primo cittadino della metropoli. Il democratico, che ha raccontato in un libro la sua lotta per ridurre il diabete attraverso una dieta a base di verdure, ha affermato che l’ordinanza “aiuterà a creare condizioni di parità per tutti i newyorkesi, creerà luoghi di lavoro e ambienti più inclusivi e proteggerà dalla discriminazione”. La misura entrerà in vigore dal prossimo novembre.

Alcuni dirigenti d’azienda si sono opposti alla legge sostenendo che comporterà costi altissimi. L’obesità negli Stati Uniti è una vera e propria piaga e colpisce 70 milioni di persone, 35 milioni donne e 35 milioni uomini. Altri 99 milioni sono sovrappeso. Altre città americane hanno vietato la discriminazione basata sul peso e sull’aspetto fisico, tra cui San Francisco, Washington e Madison,  in Wisconsin.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui