Storie Web martedì, Febbraio 27
Notiziario

Oggi 23 gennaio 2024 parte l’ecobonus 5mila euro per l’acquisto di auto non inquinanti, con e senza rottamazione. Le domande si possono fare online sull’apposita piattaforma. Per il nuovo bonus, che dovrebbe arrivare fino a 14mila euro di sconto, bisogna aspettare ancora alcune settimane, e ci sarà un requisito Isee per avere l’incentivo massimo.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it

Da oggi, 23 gennaio 2024, ha il via l’ecobonus per le auto e le moto non inquinanti. Le prenotazioni sono attive sulla piattaforma online gestita dal ministero delle Imprese e del Made in Italy. Si tratta, però, dell’incentivo ‘vecchio’, cioè quello che può arrivare fino a 5mila euro. Per quello nuovo, che avrà tetti di spesa più alti, bisognerà aspettare ancora alcune settimane.

I requisiti per ottenere l’Ecobonus auto da 5mila euro

Per chi non vuole attendere, le condizioni attuali sono queste: le concessionarie possono inserire le prenotazioni per i veicoli non inquinanti, e sono incluse le auto (categoria M1), i motocicli e i ciclomotori (categorie da L1e a L7e) oppure i veicoli commerciali (categorie N1 e N2). Per chi acquista un’auto elettrica (o comunque con emissioni da 0 a 20 grammi di CO2 per chilometro), spende al massimo 35mila euro più Iva e rottama la sua vecchia auto, si può arrivare a 5mila euro di bonus. Senza rottamazione si scende a 3mila.

Per auto ibride plug in (21-60 grammi CO2/chilometro di emissioni) che costano fino a 45mila euro più Iva lo sconto vale 4mila euro con rottamazione e 2mila euro senza rottamazione. Infine, per chi acquista un’auto più inquinante (ma sempre entro i 135 grammi di CO2 al chilometro, quindi ibrida full o alcuni modelli di benzina Euro 6 o diesel) il bonus si può ottenere solo con la rottamazione, e vale 2mila euro.

Assegno di inclusione, 450mila richieste all’Inps: come fare domanda e quando partono i pagamenti

In tutti i casi, però, la rottamazione sarà valida solo se si tratta di un’auto Euro 4 al massimo. Per moto e motorini elettrici lo sconto sarà pari al 40% del valore fino a un massimo di 2.500 euro, che possono diventare 4mila euro con la rottamazione. Per i veicoli commerciali elettrici, il tetto massimo sarà di 14mila euro.

Quando parte il nuovo Ecoobonus e cosa cambia

La previsione però è che nei prossimi mesi partirà una nuova serie di incentivi, già normati, che aspettano solo gli ultimi ritocchi e i decreti attuativi. Molti, quindi, potrebbero scegliere di attendere e non usare l’attuale ecobonus, contando sul fatto che tra qualche settimana si avrà accesso a incentivi più abbondanti. La misura avrà a disposizione circa un miliardo di euro.

Nel nuovo ecobonus le fasce di emissioni resteranno le stesse. Per chi acquista un’auto nelle prime due categorie però, ci sarà un aumento dell’importo pari al 25% se si ha un Isee sotto i 30mila euro. Nei casi migliori, il bonus dovrebbe arrivare a quasi 14mila euro per le auto elettriche.

La prossima settimana il governo Meloni incontrerà le associazioni di settore per limare i dettagli, quindi alcuni aspetti potrebbero ancora cambiare. La conferma ufficiale arriverà solo quando il decreto sarà firmato dalla presidente del Consiglio ed entrerà in vigore. Perché si aprano effettivamente le domande, quindi, potrebbe essere necessario aspettare fino a marzo o aprile.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.