Storie Web mercoledì, Febbraio 28
Notiziario

Verso il tutto esaurito a Cortina d’Ampezzo in vista l’arrivo della tappa dolomitica del circus della Coppa del mondo di sci femminile sulla pista Olympia delle Tofane, la stessa che nel 2026 ospiterà le gare dei Giochi olimpici.

«Stando ai dati elaborati per noi da H-Benchmark l’occupazione già acquisita relativamente ai giorni in cui Cortina ospiterà la Coppa del mondo di sci alpino femminile (26-28 gennaio 2024 ndr) ad oggi è pari all’87,4%, contro l’80% messo a segno alla stessa data nel 2023 – spiega Stefano Pirro, presidente dell’Associazione degli albergatori di Cortina -. Considerando che la passata edizione si era poi chiusa con un ottimo 94,6% se il trend si mantenesse invariato nelle prossime settimane, l’ultimo weekend del mese potrebbe traghettarci verso il sold out, ribadendo il ruolo cruciale dei grandi eventi sportivi per lo sviluppo del comparto turistico nella nostra Regione».

Anche la settimana di carnevale si profila affollata per la cittadina dolomitica. Al momento il tasso di occupazione è al 60%, con una buona quota di ospiti dall’estero, e ampi margini di miglioramento grazie all’arrivo della neve. Nelle ultime due settimane le prenotazioni hanno visto un significativo incremento di oltre dieci punti percentuali grazie alle precipitazioni che hanno imbiancato la conca. Un fattore che lascia ben sperare sull’andamento della stagione. «A Cortina si scierà fino al ponte del 1° maggio – commenta il presidente degli albergatori – è indubbiamente presto per fare previsioni a lungo termine, ma le premesse sono incoraggianti. L’approccio del turista medio è cambiato e maturato e anche noi operatori del settore siamo più consapevoli delle nostre potenzialità e attenti alle esigenze di chi viene a visitarci». Su tutti spicca un fattore importante: il ritorno degli stranieri che hanno l’abitudine di prenotare in anticipo mentre gli italiani decidono sotto data. Nel settore Mice (Meeting, incentive, congressi, mostre) la prossima settimana a Cortina si terrà l’annuale congresso di oftalmologia Silo con un’occupazione già acquisita che supera il 70%.

Pirro traccia inoltre un bilancio delle settimane tra Natale e l’Epifania, l’altissima stagione. «La parentesi natalizia ha sicuramente premiato Cortina, tutti hanno lavorato bene e la sensazione generale è di soddisfazione e fiducia – continua il presidente -. Al netto di condizioni meteorologiche non sempre favorevoli, i passaggi sugli impianti sono aumentati del 15% e gli hotel hanno fatto registrare un buon tasso di occupazione, con picchi del 90% a ridosso di Capodanno, nonostante i circa 800 posti letto in meno dovuti alle varie chiusure per ristrutturazione che attualmente interessano alcuni storici alberghi della Conca». Nel periodo natalizio quasi un terzo degli ospiti era straniero: tra le nazionalità più presenti americani (5,1%) e russi (3,3%). Per quanto riguarda il trend delle prenotazioni per le prossime Pirro segnala già un buon numero di prenotazioni provenienti da Regno Unito (7,7%), Stati Uniti (6,6%), Brasile (2%), Germania e Australia (1,6%).

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.