Storie Web lunedì, Aprile 22
Notiziario

Danielle Collins non è una delle tenniste più forti in circolazione, ma è una delle più note, principalmente per il suo carattere. L’americana ha un carattere forte, è decisa in campo e fuori, dove non si fa tanti problemi a dire ciò che pensa. Recentemente ha annunciato che questa sarà la sua ultima stagione, sarà una perdita per la WTA, ora in un’intervista si è lamentata della disparità di trattamento o meglio di giudizio tra il tennis maschile e quello femminile.

Impegnata nel torneo di Austin, e poi in campo nei 1000 di Indian Wells e Miami, Collins ha rilasciato un’intervista a Tennis Magazine nella quale ha parlato della differenza principale nella narrazione e nel giudizio tra il tennis maschile e quello femminile, lo ha fatto parlando inizialmente di sé stessa: Io spesso vengo descritta come una tennista emotiva, aggettivo che non viene mai usato per gli uomini”. 

Immagine

La questione la conosce bene la giocatrice americana che argomenta dicendo: È un problema sociale. Questo è il modo in cui vengono raccontati gli sport femminili ed è molto diverso da quello degli sport maschili. Qualcuno come me, che viene descritto come emotivo, viene spesso descritto come appassionato, coraggioso o impavido tra gli uomini. C’è ancora molto progresso da fare. Sono felice di far parte del tennis femminile, che è anche uno degli sport più pagati, ma c’è ancora molto da ottimizzare. Molte di noi stanno facendo cose straordinarie sul campo e non vengono riconosciute per questo, preferendo concentrarsi su altre cose. Purtroppo è diventata un’abitudine”. 

Sinner spiega dove si vede a fine carriera, ci sono un caffé e una persona: “Le connessioni”

Danielle Collins è stata finalista agli Australian Open due anni fa, attualmente è al numero 48 della classifica WTA. Ora è impegnata al torneo di Austin, dov’è la testa di serie numero tre.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.