Storie Web mercoledì, Febbraio 28
Notiziario

La partita tra Napoli e Fiorentina valida per la Supercoppa è stata contraddistinta da una situazione molto particolare andata in scena sugli spalti. Sulle tribune, tutt’altro che piene dello stadio di Riad, è spuntato uno striscione offensivo nei confronti della Lazio e fuori contesto. Cosa c’è dietro questa iniziativa e da chi è partita? Ci sono due ipotesi sui motivi di questo striscione.

Sono rimasti tutti sorpresi quando ha fatto capolino sugli spalti la scritta su sfondo biancoceleste “Lazio m..da”. Curioso il riferimento ad una squadra che non era tra quelle impegnate in campo, ovvero Napoli e Fiorentina, spuntato proprio nel finale del match vinto abbastanza agevolmente dalla squadra di Mazzarri, che si è guadagnata la possibilità di giocarsi la Supercoppa contro una tra Lazio e Inter.

La prima ipotesi dietro questo striscione è quella raccontata da Sportitalia, attraverso le parole dell’inviato Tancredi Palmeri. Anche lui come tutti è rimasto interdetto quando ha visto l’insulto associato alla Lazio, che non c’entrava nulla con la partita in corso di svolgimento e con cui le due tifoserie non sembrano avere una particolare rivalità. A suo dire, il riferimento alla formazione capitolina sarebbe figlio della volontà da parte degli arabi di colpire il tecnico Maurizio Sarri, molto critico sulla scelta di giocare il torneo in terra Saudita.  A tal proposito c’è il precedente di Kroos, bersagliato durante la Supercoppa di Spagna per il suo scetticismo sulla nuova frontiera del calcio arabo e sulle cifre in ballo.

Napoli-Fiorentina 3-0, risultato finale: Napoli in finale di Supercoppa italiana

L’altra ipotesi si è palesata sui social ed è nata da alcuni tifosi arabi della Lazio. A detta loro dietro lo striscione ci sarebbe l’iniziativa di un sostenitore romanista che ha coinvolto poi i suoi amici per insultare gli odiati rivali. Una situazione surreale in una notte in cui a far discutere è stata la cornice di pubblico assolutamente al di sotto delle aspettative.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.