Storie Web venerdì, Febbraio 23
Notiziario

La procura di Roma chiederà il rinvio a giudizio per Aurelio De Laurentiis con l’accusa di falso in bilancio, relativamente all’acquisto del giocatore del Napoli Victor Osimhen, effettuato nel 2020, che costò 71,2 milioni di euro. Il tribunale nazionale della Figc chiese 11 mesi di inibizione per il patron dei partenopei ma il tribunale federale assolse lui e la società. A De Laurentiis è stato notificato l’avviso della conclusione delle indagini preliminari.

La chiusura delle indagini da parte della procura di Roma riguarda, oltre al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, anche la società sportiva Calcio Napoli e il consiglio di amministrazione all’epoca dei fatti. L’accusa contestata dai pm romani Lorenzo Del Giudice e Giorgio Orano, coordinati dal procuratore aggiunto Giuseppe Cascini, dopo l’invio degli atti da parte dei pm partenopei, è di falso in bilancio. Il procedimento è legato alle presunte plusvalenze fittizie sull’acquisto di Victor Osimhen nel 2020.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.