Storie Web giovedì, Maggio 23
Notiziario

Il diorama esibito dai tifosi rossoneri in Curva Sud è lo sfotto’ sarcastico che fa riferimento ai presunti ‘favori’ di cui ha sempre goduto (e godrebbe) l’Inter. È il seguito della “Festa della stella di cartone” ma dietro quelle immagini c’è anche un altro riferimento.

Una cameriera. Un paio di tipi che portano le due stelle (che simboleggiano il numero degli scudetti nerazzurri). Un altro ratto ancora che reca un cartello con il 20° titolo. E ancora uno slogan a corredo: nothing changes, ovvero niente cambia. È così che la Curva Sud di San Siro, che pullula di tifosi rossoneri, ha accolto l’Inter nel derby di campionato che riveste un valore fondamentale per l’assegnazione della coccarda tricolore.

Cosa significa quel diorama? La chiave di lettura è duplice anche se il filo conduttore, il cosiddetto leit-motiv, è sempre lo stesso: ovvero le vittorie interiste non sarebbero pulite ma scandite da favori e aiuti che arrivano da terzi. Del resto, la locandina sulla “Festa della stella di cartone” aveva introdotto in maniera molto chiara la serata con argomentazioni tanto fantasiose quanto sarcastiche.

Immagine

Quanto allo spettacolo esibito nel settore dei milanisti per trovare cosa c’è dietro si può andare un po’ indietro nel tempo. Basta risalire allo scorso mese di settembre quando i supporters del ‘diavolo’ avevano allestito una coreografia che raffigurava diversi animali e un pagliaccio con la scritta ‘Circo Internazionale’. Di rimando, i tifosi interisti avevano ideato l’immagine di un topo che era circondato da una scritta eloquente: Permalosi complessati, siete usciti dal tombino.

Simone Inzaghi prima di Milan-Inter: “Vincere lo Scudetto nel derby non è un’ossessione”

Immagine

Si spiega anche così la simbologia che ricorre, ancora una volta, nel confronto a distanza tra le Curve. Quella nerazzurra, questa volta, ha messo da parte ogni riferimento faunistico e ha scelto di presentarsi con qualcosa di più diretto, essenziale. Anzitutto, la distribuzione di circa ottomila sciarpe in edizione limitata ha creato l’impressione di trovarsi dinanzi a un muro tra la nord e il prato del Meazza. E su quella parete ‘umana’ campeggiavano le due stelle e una scritta che è sfotto’ e segno di sfida al tempo stesso.

“Il nostro destino, il vostro incubo”, il motto scandito ai lati della più classica sfera di cristallo, circondata dalle mani di uno stregone invisibile che tutto ha già visto e tutto sa: ovvero, noi vinciamo e voi siete destinati a un ruolo marginale, a Milano e in Italia.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.