Storie Web martedì, Febbraio 27
Notiziario

Parte bene l’avventura di Daniele De Rossi sulla panchina della Roma con la vittoria per 2-1 sul Verona. I giallorossi hanno ottenuto una vittoria importante per il morale e, naturalmente, per la classifica dopo l’esonero di Mourinho: adesso i capitolini sono a -2 dal quarto posto ma in questo turno non scenderanno in campo né la Fiorentina, quarta, che la Lazio, sesta, impegnate nella Supercoppa Italiana.

C’era grande attesa e curiosità per vedere le reazioni dei tifosi dopo la settimana turbolenta in casa romanista: stadio Olimpico diviso tra ovazioni e applausi per De Rossi, fischi per la squadra al momento dell’ingresso in campo e durante il riscaldamento. Striscioni e cori anche per José Mourinho.

I giallorossi hanno indirizzato la sfida con due gol in pochi minuti, timbrati da Romelu Lukaku e Lorenzo Pellegrini, entrambi su due ripartenze molto veloci e ben sviluppate dalla squadra di De Rossi. La Roma ha gestito bene e ha sfiorato anche la terza rete con Huijsen. A metà primo tempo cambio forzato per Spinazzola, che esce per problemi muscolari.

De Rossi a muso duro nella prima conferenza da allenatore della Roma: “Non sono stupido!”

Immagine

Il Verona non ha sfigurato e ha provato a creare gioco, ma nella prima parte del match non è mai riuscito a concludere a rete. Gli scaligeri nella ripresa sono molto più pericolosi: Folorunsho prima si è visto annullare una rete per una spinta su Karsdorp ma dopo ha battuto Rui Patricio con un tiro dalla distanza che ha riacceso la gara. Sul tiro del centrocampista ex Bari ci sono gravi responsabilità del portiere giallorosso, che calcola male la traiettoria e non riesce a evitare il gol.

Nonostante qualche brivido nel finale la Roma è riuscita a portare a casa i 3 punti, i primi dell’era DDR in panchina: l’ex capitano dopo 1700 giorni è tornato all’Olimpico e ha bagnato il suo esordio con una vittoria importantissima.

Immagine

Il tabellino di Roma-Verona

RETI: 19′ Lukaku, 25′ Pellegrini, 76′ Folorunsho.

ROMA (4-3-2-1): Rui Patricio; Karsdorp, Llorente, Huijsen, Spinazzola; Pellegrini, Paredes, Bove; Dybala (57′ Zalewski), El Shaarawy (81′ Belotti); Lukaku. Allenatore: De Rossi.

VERONA (4-3-2-1): Montipò; Tchatchoua, Magnani, Dawidowicz, Cabal; Serdar, Suslov, Folorunsho; Saponara (77′ Cruz), Mboula; Djuric (77′ Henry). Allenatore: Baroni.

ARBITRO: Juan Luca Sacchi.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.