Storie Web venerdì, Marzo 1
Notiziario

Seduta decisamente negativa per le borse europee, appesantite dall’andamento economico della Cina (con il Pil ai minimi da tre decenni) e dalle incertezze relative al prossimo taglio dei tassi europei. La numero uno della Bce Christine Lagarde pensa sia possibile una sforbiciata la prossima estate, ma non tutti i membri del board Bce sono della stessa opinione.

Milano – per la prima volta da inizio dicembre – scende sotto i 30mila punti e perde l’1,23%. La più pesante è Londra a -1,80%, seguita da Parigi a -1,35%, mentre Francoforte cede poco più di un punto.

L’apertura di Wall Street  non aiuta i mercati: il Nasdaq perde subito lo 0,94% e il Dow Jones un quarto di punto.

Nonostante le forti tensioni sul Mar Rosso, il petrolio oggi è in calo. Il brent quota 76,5 dollari al barile e il Wti 70,6.

Anche il gas naturale ad Amsterdam scende nettamente a 27,8 euro per megawatt/ora (-6%), praticamente ai livelli di ottobre 2021. Gli operatori guardano agli stoccaggi, superiori alla media degli altri anni. Sotto i riflettori anche l’ondata di freddo che sta interessando l’Europa e le tensioni geopolitiche in Medio Oriente, in particolare nello Yemen.

Dall’inizio dell’anno il prezzo registra un calo complessivo del 13 per cento. 

 

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.