Storie Web mercoledì, Febbraio 28
Notiziario

Borse in calo sui due lati dell’Atlantico. In Europa l’indice Ftse Mib di Milano scende dello 0,25%, in linea con l’indice di Parigi. Fanno peggio Londra e Francoforte, -0,45%, la stessa discesa dei tre indici principali americani.

Diversi consiglieri della Bce stanno parlando dal Forum di Davos. Ieri il governatore della banca centrale austriaca, Robert Holzmann, aveva detto che potrebbero non esserci tagli dei tassi nel 2024. Oggi il suo omologo francese, Francois Villeroy de Galhau, ha affermato che “la prossima mossa sarà un taglio, probabilmente quest’anno”, sebbene sia “troppo presto per dichiarare vittoria, il nostro lavoro non è terminato”. 

Negli Stati Uniti sotto osservazione le trimestrali delle grandi banche: oggi è il turno di Goldman Sachs, che ha riportato un fatturato per il quarto trimestre superiore alle stime degli analisti, grazie anche alla forza del trading di titoli azionari. Morgan Stanley invece ha visto un utile per azione inferiore del 20% alle stime degli analisti.

Sotto i riflettori i beni energetici. Il petrolio resta stabile nonostante le nuove tensioni in Medio Oriente, il Brent è scambiato a 78 dollari al barile. Stabile anche il gas destinato all’Europa, a quota 30 euro al megawattora. Oggi un cargo greco è stato colpito da un missile al largo dello Yemen.

Nella notte seduta debole per le borse asiatiche, in attesa degli ultimi dati sul Pil cinese, previsti domani. Tokyo è scivolata dello 0,66% e ha interrotto il rally che nei giorni scorsi l’ha portata ai massimi da 34 anni. Maglia nera è Hong Kong che ha perso due punti percentuali, mentre Shanghai ha recuperato in finale di seduta sullo 0,27%.

 

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.