Storie Web giovedì, Febbraio 29
Notiziario

Karim Benzema non sta vivendo un grande momento. L’attaccante francese si è trasferito in Arabia Saudita l’estate scorsa e dopo diverse tensioni nelle scorse settimane, con ipotesi di ritorno in Europa nella sessione invernale di mercato, sembrava che tutto fosse tornato alla normalità. Poche ore fa, però, è stata resa nota la notizia dell’esclusione dai convocati dell’ex Pallone d’Oro per la partita della Champions League asiatica che l’Al Ittihad disputerà in Uzbekistan.

Il calciatore francese non è stato inserito nell’elenco dal tecnico Marcelo Gallardo per l’importante gara d’andata degli ottavi di finale contro il Navbahor Namangan che si disputerà giovedì e si sono riaperte delle crepe.

Immagine

Si è parlato subito di una esclusione dovuta al regolamento e alle restrizioni sui giocatori stranieri: l’allenatore argentino ha scelto di portare in trasferta il difensore centrale egiziano Ahmed Hegazy; i centrocampisti N’Golo Kanté e Fabinho (francese e brasiliano) e dagli attaccanti Romarinho e Abderrazak Hamdallah (brasiliano e marocchino).

Benzema rompe il silenzio, è un attacco indiretto all’Al-Ittihad: “Non sono un semplice calciatore”

Benzema resterà a Jeddah e si allenerà da solo presso le strutture del club, proseguendo la sua preparazione personalizzata dopo le sedute invernali perse anche se dalle immagini diffuse dal club saudita Karim appare in buone condizioni fisiche.

Immagine

Nonostante si fosse già allenato in campo con il resto dei compagni, Benzema non è stato considerato arruolabile al 100% da Gallardo, che ha preferito scommettere su altri giocatori stranieri per la trasferta in Uzbekistan. Però questa è solo una faccia della medaglia, visto che più di qualcuno crede che questa scelta sia una ripicca per il comportamento da ‘prima donna’ tenuto da Benzema nelle scorse settimane: in questo modo il suo allenatore vuole fargli capire che non avrà favoritismi e per questo lo lascia fuori in una gara così importante.

Quella contro il Navbahor non sarà una trasferta facile per l’Al Ittihad, visto che gli uzbeki ha perso solo una partita nella fase a gironi (0-2 contro l’Al Hilal).

Ancora una vicenda poco piacevole per il Pallone d’Oro 2022, che sta vivendo una stagione molto travagliata e che, probabilmente, sta iniziando a rivalutare la scelta fatta la scorsa estate.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.