Storie Web giovedì, Febbraio 29
Notiziario

La responsabile della segreteria politica di Fratelli d’Italia, al congresso di Firenze, racconta le sue privazioni per via del ruolo che ricopre Giorgia Meloni: “Le rinunce sono tante – dice Arianna Meloni – vi assicuro che non è facile se non puoi più andare a fare una passeggiata con tua sorella al centro di Roma, magari a fare shopping”.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it

Lo shopping logora chi non lo fa. Parafrasando Andreotti e il suo famoso “il potere logora chi non ce l’ha” – che poi era a sua volta una citazione, ma lasciamo perdere – è difficile mettersi oggi nei panni di Arianna Meloni. Di potere, in questo caso, ce n’è eccome, ma è lo shopping a mancare, il che rende la vita della sorella della premier incredibilmente difficile. In un comizio tenuto a Firenze, in occasione del congresso di Fratelli d’Italia, la responsabile nazionale adesioni e segreteria politica di partito si è lanciata contro gli infiniti detrattori del governo Meloni. Il vittimismo non è una novità nella narrazione della destra italiana, caratteristica peculiare che non è stata abbandonata nemmeno dopo aver stravinto le elezioni.

È un periodo molto difficile, siamo molto attaccati, ce lo dobbiamo dire, pensano di farci saltare il sistema nervoso“, ha commentato Arianna Meloni tra gli applausi dei sostenitori fiorentini. “Scovano parenti, antenati, tirano fuori la qualunque ma potete immaginare che per chi ha fatto un percorso come il nostro dove non c’è mai stato un interesse personale, non ci riusciranno – ha sottolineato ancora l’esponente di Fratelli d’Italia – Primo perché non abbiamo scheletri nell’armadio, secondo perché lo facciamo solo ed esclusivamente perché ci crediamo“.

Le accuse, in questo caso, sono ancor più vaghe del solito. Forse Arianna Meloni si riferisce al caso che ha coinvolto il marito, il ministro Francesco Lollobrigida, che ha fermato un treno Frecciarossa per arrivare in tempo a un impegno istituzionale a Napoli. O magari allo sparo di Capodanno a Rosazza. Forse a qualche inchiesta giornalistica. Certo è che la tecnica di compattare le fila contro un nemico che ci assedia continua a funzionare alla perfezione.

Il centrodestra non sa ancora cosa fare sui candidati alle Regionali: Meloni, Salvini e Tajani divisi

Anche perché, nel frattempo, tutto questo potere comporta anche delle privazioni molto gravi: “Le rinunce sono tante, mia sorella lo dice spesso – ha spiegato Arianna Meloni – e vi assicuro che non è facile un periodo in cui tu non puoi più andare a fare una passeggiata con tua sorella al centro di Roma magari a fare shopping“. Poi ha scosso la testa, un po’ sconsolata: “Non è semplice“.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.