Storie Web martedì, Febbraio 27
Notiziario

“Mi ha fatto divertire, era solamente una battuta post-gara in cui ho usato una metafora del gioco che facevamo da bambini. L’inseguimento che noi stiamo facendo è quello verso la qualificazione in Champions League. Giochiamo la partita provando a vincere, sappiamo che davanti c’è l’Inter che sta facendo qualcosa di importante e straordinario ed è la favorita per lo Scudetto. Noi siamo in un percorso di crescita, per cui prima facciamo i punti Champions, meglio è”. Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Lecce-Juventus ed è tornato sulla battuta ‘guardie e ladri’ fatta dopo la vittoria contro il Sassuolo di cui si è parlato tanto nei giorni scorsi.

Il tecnico della squadra bianconera, poco dopo, ha risposto ad una domanda in sui si utilizzava una metafora che vedeva protagonista di nuovo l’ippica come fu quella del ‘corto muso’ utilizzata dallo stesso Allegri diversi anni fa: “Prima di parlare di testa della classifica pensiamo prima a vincere, sappiamo che l’Inter sta facendo benissimo ed è la favorita per lo scudetto. Se dobbiamo usare i paraocchi? Ci sono cavalli che hanno bisogno di paraocchi e chi no. Ad alcuni dà fastidio, o frenano, mettono i paraocchi così guardano solo davanti. Non si sa ancora…”.

Immagine

In merito alla sfida contro il Lecce di Roberto D’Aversa l’allenatore della Juventus dovrà fare a meno di due pezzi da 90 e mette in guardia la sua squadra: “Stiamo bene, ci mancheranno Rabiot che ha avuto un affaticamento al polpaccio e Chiesa che ha avuto un riacutizzarsi del trauma contusivo al ginocchio e verrà valutato nei prossimi giorni. Non sono un dottore e non so che tempi occorreranno. Giocare a Lecce è sempre complicato, vengon fuori partite difficili e scomode, è una squadra che crea, difende bene e nelle ultime 4 gare in casa ha fatto sempre risultati positivi. Vincere lì è complicato”.

Condividere.
© 2024 Mahalsa Italia. Tutti i diritti riservati.